Uomini e Donne gay? Tina Cipollari speranzosa: "Nulla è impossibile. Crediamoci!"

Uomini e Donne gay? I pettegolezzi scoppiano in rete e Tina Cipollari interviene di nuovo con atteggiamento positivo e propositivo

foto tina cipollari

14/01/2015, ore: 17.00

Cronaca Rosa parla di una serata di cui Tina Cipollari è stata madrina, precisamente dell'evento Nomophobia - Be what you Want, e durante la quale la vamp di Uomini e Donne, ormai conosciuta anche da chi non vede neanche cinque minuti del programma pomeridiano di Canale 5, ha rilasciato dichiarazioni davvero importanti, ma non sorprendenti, visto che non è la prima volta che lo fa, sulla causa e sui diritti gay:

"[...] La diversità non esiste, è un termine che la nostra società ha coniato per liberarsi della paura del ‘diverso’. La libertà è un diritto sacrosanto. Sono anche membro onorario dell’associazione Seicomesei, contro ogni forma di bullismo. Sono fiera di aver sposato questa causa: la violenza genera violenza e se non la combattiamo tutti insieme in tutte le sue forme, saremo catapultati in un modo violento dove non ci sarà nessun tipo di giustizia terrena. Nel mio piccolo cerco di insegnare ai miei figli che le persone indifese vanno protette, amate, coccolate. [...] La società sta cambiando, ma è bene che cambi in fretta. [...] Io mi sono sposata e non capisco per quale motivo due persone che si amano non possano farlo. L’amore è universale, non ha sesso e non ha età. Se Tina ha diritto di sposarsi, lo stesso diritto deve averlo chiunque".

E non si è certo fermata con queste dichiarazioni, avendo poi proseguito parlando di un ipotetico trono gay, che, polemiche a parte sullo spessore di una certa televisione, sarebbe un grande passo in avanti per tutta la comunità, visto che i gay sarebbero trattati come gli etero anche in programmi d'intrattenimento:

"Chissà. Nulla è impossibile. Crediamoci!".

Staremo a vedere cosa ne penserà Maria De Filippi.

- Mik -

Uomini e Donne gay? Mister Gay Italia lancia la bomba


giovanni licchello

Uomini e Donne gay è sempre stato uno dei programmi più attesi dalla comunità LGBT, almeno di quella parte di telespettatori appassionata dei programmi di Maria De Filippi: per molti sarebbe inutile un format del genere e nuocerebbe soltanto alla causa gay; personalmente, invece, penso che non farebbe altro che bene l'arrivo di uno show di questo tipo, e non solo allo share, ma anche alla causa stessa: anche noi, infatti, avremmo accesso a un programma che finora era stato riservato soltanto agli eterosessuali. Normalità della normalità, no?

A mettere il pettegolezzo in rete non è stata una testata giornalistica di cronaca rosa, anche se i rumor sul trono gay sono sempre stati tantissimi, ma un ragazzo, un bel ragazzo, che conosciamo molto bene: ci ha dato qualche grossa delusione e ha vinto un concorso importantissimo; parliamo, qualora non ci foste ancora arrivati, di Mister Gay Italia Giovanni Licchello, che su Facebook ha recentemente scritto un messaggio molto ambiguo:

"Se vi dico... Canale 5... Uomini & Uomini con Maria de Filippi. Che ne pensate del trono?!".

Dite che si tratta di una semplice domadina, scritta tanto per far parlare di sé e per chiacchierare con gli utenti, oppure c'è qualcosa che bolle in pentola? In tempi non sospetti, Maria aveva smentito qualsiasi ipotesi di questo tipo, ma - si sa - i tempi cambiano e La Sanguinaria è sempre avanti a tutti quando si parla di impenditoria televisiva.

Aggiornato da MIK (16.00, 05/11/2014)

Tronisti gay? Troppi problemi per Maria De Filippi


Maria De Filippi foto

Era inevitabile che in chat con Maria De Filippi venisse fuori l'argomento "tronisti gay a Uomini e Donne" e, in effetti, la domanda è arrivata da un utente che, forse omosessuale forse no, ha chiesto spiegazioni alla Sanguinaria, che - strano ma vero - non si è tirata indietro e ha spiegato il motivo di una tale assenza (avrà letto la notizia di Valerio Pino tronista in Spagna?)

A questa domanda:

"Ciao Maria, sono un tuo grande estimatore e fan... Volevo farti una domanda: perché nelle tue trasmissione il tema 'omosessualità' è un tabù e non se ne parla proprio? Mai storie gay a C'è Posta oppure mai tronisti gay, per affrontare un tema così delicato come l'omosessualità... Perché? Un giorno concretizzerai questi temi? Grazie"

la risposta di Maria è stata questa:

"Forse Uomini e Donne avrebbe un problema pratico: i corteggiatori avrebbero possibilità di vedersi di incontrarsi anche due volte a settimana e se nascessero storie d'amore, verrebbe meno l'assunto del programma. Per C'è Posta, spesso ci ho pensato, sono arrivate delle richieste, ho però una remora: il compagno o la compagna invitato al buio (come il presupposto vuole), laddove non fosse dichiarato, sarebbe contento/a di vedere rivelato il suo orientamento sessuale?"

Alla quale ha fatto seguito l'intervento di un altro utente:

"Maria, fin quando non se ne parlerà mai, resterà sempre un tema 'chiuso'... Penso solo tu, con i tuoi modi intelligenti e pacati, riusciresti a parlarne bene... Perché non tentare, Maria?"

Già che la De Filippi abbia risposto e abbia voluto discutere con i fan è un fatto assolutamente positivo, ed è indiscutibile. Abbiamo l'impressione, però, che la risposta sia un po' troppo "comoda": abbiamo visto Maria stravolgere completamente Amici e apportare diversi cambiamenti anche a Uomini e Donne nel corso del tempo. Perché non sperimentare nuove formule anche per gli omosessuali? Non avrà voluto dire (forse per non ferire nessuno) che nel primo pomeriggio un trono gay è un po' troppo azzardato - e non la biasimiamo per questo -, ma una scusa migliore ci stava tutta, no?

Per quanto riguarda C'è posta, siamo convinti che, prima o poi, la storia d'amore gay arriverà. Quando non si sa, ma siamo fiduciosi. Soddisfatti dalla De Filippi?

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: