Barack Obama entusiasta delle decisioni della Corte Suprema sulle nozze gay

Obama è ampiamente soddisfatto delle due sentenze della Corte Suprema in merito ai matrimoni gay negli USA.

Barack Obama entusiasta delle decisioni della Corte Suprema sulle nozze gay

Dopo che la Corte Suprema degli USA ha definito incostituzionale il Defense of Marriage Act, il presidente Barack Obama ha diffuso un comunicato in cui si congratulava per la decisione:

Mi congratulo per la decisione assunta dalla Corte Suprema di abrogare il Defense of Marriage Act (DOMA). Si trattava di una discriminazione racchiusa nella legge. Trattava le coppie di omosessuali e lesbiche come una classe di persone separata e inferiore. La Corte Suprema l’ha definita sbagliata, e ora il nostro è un paese migliore. Siamo quelli che hanno dichiarato di essere stati creati tutti uguali, e l’amore che dedichiamo al prossimo deve esserlo altrettanto.

Secondo Obama questa sentenza è una vittoria per tutte le coppie che hanno lottato per la parità:

Questa decisione è una vittoria per le coppie che hanno combattuto a lungo per essere trattate allo stesso modo dalla legge; per i bambini i cui matrimoni dei genitori saranno ora riconosciuti come giusti e legittimi; per le famiglie che, infine, riceveranno il rispetto e la protezione che meritano; e per gli amici e i sostenitori che non hanno voluto altro che poter vedere le persone cui vogliono bene trattate equamente e che si sono dati da fare per convincere il loro paese della necessità di cambiare in meglio.

Il presidente USA comunica, quindi, di aver dato indicazioni al Procuratore generale

di lavorare con gli altri componenti del mio governo per rivedere tutti gli statuti federali per fare in modo che quanto deciso, comprese le implicazioni per quanto riguarda i benefici e i doveri a livello federale, sia osservato facilmente e velocemente.

Dopo aver ribadito che la libertà religiosa va salvaguardata e che “come le istituzioni religiose definiscono e vedono il matrimonio è sempre stata materia che compete direttamente a loro” Obama afferma:

Le leggi del nostro paese vanno verso la verità fondamentale che milioni di statunitensi hanno nei loro cuori: quando tutti gli statunitensi sono trattati equamente, a prescindere dalla persona che amano o che li ama, siamo tutti più liberi.

Il tweet di commento di Obama alle sentenze è molto bello: Love is love

Barack Obama e la Proposizione 8

Il Presidente Obama ha poi telefonato a Chad Griffin, presidente della Human Rights Campaign, in merito alla decisione della Corte Suprema sulla Proposizione 8. Griffin si trovava insieme a Kris Perry e Sandy Stier, la coppia di lesbiche della California che per prima ha fatto ricorso alla Corte Suprema per vedere rispettati i propri diritti. Griffin, in diretta tv, ha messo il presidente Obama in vivavoce e così le due donne, simbolicamente a nome di tutte le persone lgbt statunitensi, hanno parlato con lui.

Obama si è detto orgoglioso delle due donne («Siamo orgogliosi di voi e siamo orgogliosi che tutti possano sposarsi in California») che hanno subito colto la palla al balzo e hanno invitato il presidente al loro matrimonio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: