Ministro delle Pari Opportunità, dopo la Idem ecco chi volevano le associazioni gay

Maria Cecilia Guerra ministro delle Pari Opportunità: ma le associazioni gay chi volevano?

Josefa Idem dice no alle coppie di serie B. Ma non parla di matrimoni gay

Sarà Maria Cecilia Guerra il Ministro delle Pari Opportunità, come riportato dal nostro Roberto.

Ma qual era l'opinione delle associazioni gay prima della decisione ufficiale? Scopriamolo assieme:

Arcigay, Arcilesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno, Mit e Comitato Palermo Pride chiedevano a gran voce che l'incarico venisse affidato a Cecile Kyenge:

"Il lavoro impostato da Josefa Idem, sul versante del riconoscimento dei diritti delle persone lgbt e della presa in carico urgente del problema della violenza di genere, non può perdere impulso: nell'avvicendamento è necessario sia garantita la continuità di un approccio volto ad abbattere, in ogni contesto, ogni tipo di discriminazione. Il Ministero alle Pari Opportunità non può essere ridotto al 'bottino' di una parte politica o di quell'altra, ma deve essere assegnato nella consapevolezza degli obbiettivi che l'Unione europea ha posto su questi temi e sui quali già diverse volte ha richiamato l'Italia"

Di diversa idea Franco Grillini

"La semplice riassegnazione delle deleghe del Ministro Idem non va bene, occorre nominare una nuova ministra nel solco e con le sensibilità politiche e culturale della precedente. Per esempio una ottima ministra per le pari opportunità sarebbe Chiara Saraceno o anche Michela Marzano"

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail