Rupert Everett consiglia ai giovani attori: "Non fate mai coming out!"

Rupert Everett consiglia ai giovani attori: "Non fate mai coming out!"Rupert Everett, intervistato dal "The Guardian" ha voluto sottolineare ancora una volta come la scelta di dichiarare la propria omosessualità, in realtà abbia danneggiato notevolmente la sua carriera. E amaramente dichiara:

"Il punto che non potevi, e non puoi ancora essere, un 25enne gay che cerca di sfondare nel mercato del cinema britannico, o americano e nemmeno italiano. Riuscirete a fare andare tutto per il meglio per un certo periodo, ma al primo fallimento sarete semplicemente tagliati fuori. E sono stanco di dire che sì, è probabilmente solo colpa mia. Il problema vero, e non mi interessa se qualcuno non è d'accordo, è che non funziona se sei gay... Non è consigliabile essere onesti. Non è così facile e sinceramente non consiglierei a nessun attore che davvero pensa che il cinema sia la sua carriera, di fare coming out"

Infine, sottolinea come le cose adesso, rispetto ad anni fa, siano addirittura peggiorate!

"Un uomo gay può solo fare ruoli da travestito. Mi hanno ridotto ad un travestito"

E ricorda anche la crudeltà con cui hanno criticato la sua interpretazione con Madonna in "Sai che c'è di nuovo?"

"Non ho mai letto recensioni peggiori nella mia vita. Hanno preso la mia nuova carriera e l'hanno buttata via. Mi si sono sbiancati peli pubici in una notte"

Foto | Elle

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: