Unioni civili a Malta entro fine anno?

Il nuovo Primo Ministro maltese ha confermato quanto promesso in campagna elettorale: entro fine anno ci saranno le unioni civili.

Unioni civili a Malta entro fine anno?

Il Primo Ministro di Malta, il laburista Joseph Muscat (in foto), ha confermato nei giorni scorsi la propria intenzione di far approvare entro l’anno una legge sulle unioni civili, come previsto nel suo programma elettorale. Il processo di redazione della legge sarebbe già iniziato e i politici starebbero lavorando fianco a fianco con ONG e associazioni per i diritti umani.

Nell’aprile dello scorso anno il Governo nazionalista annunciò un progetto di legge per regolare le coppie di fatto, progetto che non è giunto a concretizzarsi prima delle elezioni di marzo 2013, elezioni che hanno visto vincere i laburisti. Ora il nuovo primo ministro ha affermato che è sua intenzione portare avanti la proposta di legge perché non si è trattato di mere promesse elettorali.

Soddisfatti gli attivisti LGBT che hanno sottolineato come l’uguaglianza non sia solo un tema che riguardi gay e lesbiche, ma una “questione umana che dovrebbe riguardare tutti”.

Malta ha depenalizzato le relazioni omosessuali nel 1973 e, come membro dell’Unione Europea, ha firmato la Carta dei Diritti Fondamentali e ha approvato una legge contro la discriminazione sul lavoro per le persone lgbt. A oggi non ha ancora una legge specifica contro l’omofobia e la transfobia e a oggi le coppie dello stesso sesso non hanno alcun tipo di riconoscimento.

Le prospettive dovrebbero essere buone, visto che un recente sondaggio ha messo in evidenza che il 41% dei maltesi approvata il matrimonio ugualitario, con un incremento di 13 punti rispetto ai dati del 2007. Tra i minori di 34 anni il sostegno alla parità matrimoniale sale al 60%.

Via | Dos Manzanas

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail