Palermo Pride 2013, oggi è il giorno della parata per le vie della città

Oggi, 22 giugno 2013, si terrà la sfilata del Palermo Pride, il Gay Pride Nazionale.

Palermo Pride 2013, oggi è il giorno della parata per le vie della cittàOggi è il giorno della grande parata del Palermo Pride, il pride nazionale italiano del 2013. Palermo è gremita di ospiti, sia italiani che europei. La macchina organizzativa del Pride finora è stata perfetta e questo Pride è ritenuto quello dei record, come leggiamo sul sito:

Il Pride 2013 passerà alla storia della città e del movimento LGBT come il pride dei record: il village più grande d’Europa; la prima volta che partecipa il presidente della Camera dei Deputati; il primo pride che non finisce il giorno della parata, ma che si conclude il giorno dopo; la prima parata in cui sfilerà anche un’auto storica; il primo pride che riceve un messaggio da un ministro di un governo straniero (la ministra della Giustizia francese, Christiane Taubira); il pride più a sud d’Europa. E soprattutto, un pride delle donne, in cui le donne hanno avuto un peso rilevante sia nell’organizzazione, che negli interventi, che nella partecipazione.

Palermo Pride 2013: la parata


Il concentramento per la sfilata è previsto per oggi pomeriggio, alle 16, al foro Umberto I (di fronte all’hotel Jolly). Il Pride attraverserà la città di Palermo, percorrendo corso Vittorio Emanuele, via Roma (dove si terrà il flashmob Bacio libera tutti in cui i partecipanti si baceranno sulle note di Fuck you di Lily Allen), piazza Sturzo, piazza Castelnuovo, via Dante, e arriverà a Piazza Principe di Caporale, dopo un percorso di circa quattro chilometri.

Ad aprire il corteo sarà il carro del Coordinamento Palermo Pride che si richiama alla tradizione dei carretti siciliani. Tra gli altri carri presenti ci sarà quello delle Famiglie Arcobaleno e quello di Amnesty International.

Parteciperanno alla sfilata le madrine Eva Riccobono, Vladimir Luxuria, Maria Grazia Cucinotta e Barbara Tabita.

La serata continuerà al pride village presso i Cantieri culturali alla Zisa, con gli interventi dei presidenti delle associazioni nazionali LGBT.

Seguirà il party ufficiale.

  • shares
  • Mail