Contro l'omofobia, il progetto "A scuola per conoscerci"

Contro l'omofobia, il progetto A scuola per conoscerci

Che pregiudizi sessuali e stereotipi siano così diffusi nella nostra società non è una novità. Che nelle scuole maturi un bullismo a sfondo omofobo che per la maggior parte dei casi si muta in vera e propria violenza, succede. Spesso gli insegnanti non sono preparati ad affrontare quella violenza di gruppo; ne sono sopraffatte perché il gruppo si fa branco, è coeso e intende portare a termine la violenza contro un compagno o una compagna designati come deboli o presi di mira per una eventuale omosessualità del soggetto.

Se è vero che gli studenti delle superiori, spesso parlano di omosessualità, di bullismo, di violenza, gli argomenti vengono affrontati senza una conoscenza precisa, con informazioni distorte. Anche per questo è nato il progetto "A scuola per conoscerci" voluto da il Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica di Trieste in collaborazione con Arcigay “Nuovi passi” e Arcilesbica di Udine.

L'attività prevede, per la classe che ne farà richiesta, due interventi di due ore ciascuno, rivolti agli studenti del triennio delle scuole medie superiori del Friuli Venezia Giulia, sul tema del bullismo omofobico e del pregiudizio sociale verso le persone omosessuali. Come avviene in questi casi, saranno i volontari delle associazioni e esperti in ambito psicologico ed educativo a dare ai ragazzi e agli insegnanti gli input necessari ad affrontare e risolvere in ambito scolastico eventuali attacchi omofobi da parte di altri alunni. Contrastare e ridurre il pregiudizio sociale verso gli omosessuali è un primo passo per far crescere la cultura dell'accoglienza e del rispetto. Sperando che altre scuole, in altre regioni seguano l'esempio.

Foto | Pracucci

  • shares
  • Mail