Una tre giorni a Firenze per ricordare il movimento GLBT


Se in questo fine settimana avete programmato qualche giro fuori porta, discoteche o cene luculliane, meglio rinviare. C'è di meglio! A Firenze il Circolo Azione Gay e Lesbica ha organizzato una tre giorni parecchio interessante di convegni, tavola rotonda, filmati sul movimento, mostre, testimonianze dirette di persone che nel movimento glbt hanno trovato l'essenza della loro e altrui liberazione sessuale. La lodevole iniziativa ha per titolo: "Una ribellione necessaria - Lesbiche, gay e trans: 40, 30, 20 anni di movimento", realizzata con la collaborazione di Arci Provinciale Firenze e il Circolo Pink di Verona e il patrocinio di Regione Toscana,
Provincia di Firenze e Assessorato alle Pari Opportunità, Comune di Firenze, Dipartimento Di Filologia Moderna, Università degli Studi di Firenze Società Italiana delle Storiche.

Dopo una ricca e variegata storia, il Circolo Azione Gay e Lesbica festeggia il suo ventennale chiamando a raccolta militanti, simpatizzanti, coloro che nel movimento hanno scritto parte di una storia comune a tanti.

"Sono stati - dicono - vent’anni di presenza in città e nelle periferie circostanti, di costruzione di visibilità, cultura e politica altre oltre l'obbligo dell'eterosessualità, oltre l'isolamento, oltre lo scontato, il dovuto e il precotto, oltre i muri dell'identità, oltre i dictat del Vaticano e dell’omologazione. Vogliamo sottolineare questa tappa importante del percorso di Azione gay e lesbica con un convegno che dia valore e spazio alla memoria, sia sul piano documentaristico e testimoniale, visto che i movimenti - e quello lesbico, gay e trans in specifico - hanno sempre difficoltà e ostacoli nell'attuarlo, sia sul piano dell’iniziativa culturale e politica nell’attualità".

Nel 1979 fu Linea Lesbica Fiorentina, la prima organizzazione lesbica a destare dal torpore chi cercava una identità politica collettiva, attraverso incontri con la gente, con la politica, per dare un volto diverso e nuovo alla società fiorentina e al paese. Qualche anno prima, nel 1972, a Sanremo una manifestazione omosessuale e transessuale sfidava e contestava davanti ad un convegno di sessuologi che studiavano la “cura” dell’omosessualità. Da allora, i movimenti sparsi nella penisola sono cresciuti, hanno vinto importanti battaglie di visibilità, sono scese in strada a raccontare che le diversità sono ricchezza e esigono rispetto e attenzione da parte della politica e della società civile.
L'iniziativa è dedicata alla memoria di Maurizio e di Moira, due persone che si sono spese con generosità per le battaglie glbt.

Firenze è anche una splendida città d'arte: una occasione in più per non mancare l'evento.

Programma

Venerdì 6 novembre
Dipartimento di Filologia Moderna, Università di Firenze - Via Santa Reparata, 93 Firenze
ore 17, 30 - 21
1969 La rivolta di Stonewall
Saluto di Alessia Ballini, assessora alle Pari Opportunità della Provincia di Firenze e Rosa Maria di Giorgi, assessora all'Istruzione del Comune di Firenze
Introduce e coordina
Ornella De Zordo, Università di Firenze
Nerina Milletti, storica del lesbismo Stonewall, lezioni dal passato
John Gilbert, Università di Firenze I movimenti radicali di fine anni ‘60
Proiezioni di
Before Stonewall di Greta Schiller e Robert Rosenberg (USA 1984) con sottotitoli in italiano a cura di Ciak Line, il cineforum cult di Azione gay e lesbica
A Present for Sylvia di Luki Massa e Porpora Marcasciano (Italia 2008)
Sabato 7 novembre
Sala Arci Provinciale,
piazza dei Ciompi, 11 Firenze
ore 10 – 13
La nascita del movimento omosessuale in Italia
Saluto di Alessia Petraglia, Consiglio Regione Toscana
Coordina Riccardo Bettini
Porpora Marcasciano, mili/tanta frocia Tracce froce
Ciro Cascina, attore
Bruno Casini, promoter culturale ed organizzatore di eventi musicali Ritmi culturali, spazi e movimenti artistici nello scenario gay a Firenze alla fine degli anni '70
Elena Petricola, Università di Torino Dentro e fuori dal movimento. Alcune riflessioni sul contesto storico
Saranno presenti attististe/i del F.U.O.R.I. e dei collettivi autonomi.
ore 15 – 20
1979 Primo gruppo di lesbiche a Firenze
Coordinano Elena Biagini e Valeria Santini
Liana Borghi, studiosa, “Ma la rivoluzione non ci sarà". Linea Lesbica e L'Amando(r)la nei mitici anni ‘80
Franca Gianoni, testimone Lesbofemminismo tra Bologna e Firenze nei primi anni '80
Giovanna Olivieri, Archivia Povere, ma belle: le riviste lesbiche
Daniela Danna, Università di Milano Dal pozzo alla piazza. Considerazioni sulla presenza pubblica delle lesbiche in Italia
Proiezione di video testimonianze di attiviste lesbiche a Firenze tra fine anni ’70 ed inizio anni ’80 a cura di Francesca Cavarocchi e Laura Cellini.
Ore 20
Passeggiata comunicativa con la musica de I fiati sprecati:
La notte ci piace vogliamo uscire in pace!
Tutte e tutti invitate/i a camminare con creatività da piazza dei Ciompi a Porta San Frediano
Ore 21
Azione gay e lesbica,
via Pisana, 32r (Porta San Frediano) Firenze
Finalmente a casa!
Buffet nella sede del circolo

Domenica 8 novembre
Sala Arci Provinciale,
piazza dei Ciompi, 11 Firenze
ore 10 – 13
Traslocando, i vent’anni di Azione gay e lesbica
Saluto di Francesca Chiavacci, la presidente di Arci Provinciale Firenze
Coordinano Francesca Cavarocchi e Massimo Ridolfi
L’inizio Marco Ravaioli
Costruire spazi liberati Elena Biagini
Progettare una cultura altra Riccardo Bettini
L'altra metà del circolo Valeria Santini
Contaminazioni politiche Graziella Bertozzo

Ore 14, 30 – 17, 30
Tavola rotonda con le realtà del movimento lgbt che hanno collaborato e collaborano con Azione gay e lesbica.
Coordina Graziella Bertozzo
Hanno confermato la loro presenza:
Antagonismo gay (Bologna), Circolo Drasticamente (Padova), Circolo Mario Mieli (Roma), Circolo Maurice (Torino), Circolo Pink (Verona), Collegamento Lesbiche Italiane (Roma), Comitato gay e lesbiche Prato, Coordinamento Facciamo Breccia, Coordinamento Lesbiche Romane (Roma), Desiderandae (Bari), Fuoricampo lesbian group (Bologna), Movimento Identità Transessuale (Bologna), M.O.S. (Sassari), Open Mind (Catania), Pianeta Viola (Brescia), Soggettività Lesbica (Milano), Visibilia (Bologna)

In piazza dei Ciompi 11 saranno allestite per la durata del convegno le seguenti mostre:

Trent'anni di movimento gay lesbico bisessuale e transgender a cura del Circolo di Cultura omosessuale Mario Mieli
Il corpo lesbico di Lore Barberi
Povere, ma belle: le riviste lesbiche a cura di Archivia, Archivi Biblioteca e Centri di Documentazione delle donne di Roma

  • shares
  • Mail