E in Nuova Zelanda 700 uomini giurano fedeltà ad un omofobo

E in Nuova Zelanda 700 uomini giurano fedeltà ad un omofobo Nella Nuova Zelanda circa 700 uomini si sono uniti in una cerimonia, durante un giuramento di lealtà, ubbidienza, ad un tale 'padre spirituale', Brian Tamaki. L'uomo, denominato anche vescovo di Bling, è famoso per essere un conosciutissimo omofobo. Il leader ha voluto questo incontro tra i suoi sostenitori, consegnando ad ognuno di loro, questo anello da indossare, simbolo della completa appartenenza a sudditanza al proprio "capo".

Gli adepti faranno parte della "Chiesa del destino", dominata da un protocollo e regole rigidissime. Tamaki non ama gli omosessuali e la cosa che più non ha mai sopportato è che potessero avere dei diritti. Nel 2004, quando in Nuova Zelanda era in discussione la Civil Union Bill, l'uomo ha organizzato una marcia con i suoi uomini per opporsi strenuamente alla legge.

L'uomo aveva anche condannato esplicitamente il governo, tacciandolo di andare verso il male e di avere impegni e priorità escluvisamente omosessuali. Si voleva candidare come Primo Ministro ma visto lo scarso successo che ebbe, abbandonò lo scene politiche. Fino a poco fa, quando tornò, a capo dei 700.

Foto | Stuff.co

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: