Il marito cambia sesso: la moglie, oltre al divorzio, chiede al Tribunale di togliergli i figli

Il marito cambia sesso: la moglie, oltre al divorzio, chiede al Tribunale di togliergli i figli Una coppia sposata da 7 anni e residente a Parma si appresta a divorziare: il marito ha infatti deciso di cambiare sesso. Lui ha già chiesto la rettifica di sesso per lo stato civile al Tribunale. E, nonostante la scelta possa essere condivisa comprensibile, da parte dei due, di separarsi, la situazione si complica quando la moglie intende fare guerra al marito.

La donna, infatti, nel ricorso per il divorzio vuole far togliere la potestà di genitore al marito, non essendo l'uomo, intenzionato a cambire sesso, in grado di educare un figlio secondo i principi morali e di etica della famiglia. Lui attende la rettifica dei documenti dal comune di Napoli (del quale è originario) e sembra aver già affrontato l'operazione in una clinica estera. La moglie, intanto, ha presentato la causa di divorzio al comune di Parma, luogo in cui avevano vissuto per anni, da coppia.

Cosa ne pensate in merito alla vicenda? Le richieste della moglie sono assolutamente prive di ogni logica oppure forse il marito, i un momento così delicato del divorzio, avrebbe potuto aspettare altro tempo prima di operarsi ed evitare azioni bellicose della moglie?

Foto | In-zona

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: