Torino ospita nel 2011 la conferenza europea GLBT

Tra poco meno di due anni Torino, dopo aver ospitato qualche anno fa il Gay Pride nazionale tornerà a diventare il centro dell'universo dell'associazionismo glbt. Si celebrerà nella capitale sabauda la conferenza europea delle associazioni glbt. Così hanno deciso i delegati del tredicesimo congresso annuale ILGA-Europe (International Lesbian Gay Association), tenuto quest'anno a Malta.

Al Congresso il cui titolo era “Superare le barriere religiose e culturali per l’eguaglianza LGBT” hanno preso parte più di 250 persone provenienti da 48 paesi europei. L'impegno di ILGA-Europe a favore delle comunità glbt è da sempre riconosciuto da molte istituzioni europee e dai governi che hanno spesso sentito l'organizzazione per promulgare al meglio leggi di diritto per le minoranze sessuali.

L'anomalia europea, in termini di diritti, si chiama Italia e Polonia, paesi dove gli omosessuali vivono da apolidi. E per questo, dopo una seria valutazione è stata scelta l'Italia e la città di Torino conosciuta per la sua accoglienza.

I delegati hanno scelto la candidatura di Torino, presentata dal Coordinamento Torino Pride e calorosamente sostenuta da tutte le delegazioni delle associazioni italiane presenti a Malta: Arcigay, ArciLesbica Nazionale, Circolo Mario Mieli, Associazione Radicale Certi Diritti.

La scelta ha anche il supporto dell’ENAR (European Network Against Racism) a rafforzare la necessità di accrescere sempre più il lavoro di rete per contrastare derive sessiste e razziste, humus che nutre l’omofobia e la transfobia. Da oggi alla data stabilità tutte le organizzazioni glbt italiane collaboreranno con ILGA-Europe per il successo dell'evento.
Il congresso annuale ILGA Europe nel 2011 si inserisce all’interno dell’anniversario per i 150 anni dell’Unità di Italia e per i 40 anni di movimento LGBT italiano.

Foto/Angel TO

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: