Bandiera gay, storia e significato di un simbolo di orgoglio e libertà

Qual è il significato della bandiera gay? A cosa corrispondono i colori dell'arcobaleno e perché viene confusa con quella della pace?

Bandiera gay in foto

La bandiera gay viene spesso confusa con quella della pace, ma la storia dei due simboli - per quanto possano essere accomunati dagli stessi scopi - è diversa. Troviamo i colori rainbow nei Gay Pride, nelle sedi di qualsiasi associazione gay, anche nelle case di coloro che adorano simboli del genere (ce n'è persino uno tutto italiano), ma, dietro all'orgoglio quanta conoscenza c'è? Questa bandiera, insomma, quando e come è nata?

Differenza tra bandiera gay e bandiera della pace


Bandiera gay in foto
Bandiera gay e bandiera della pace

non sono la stessa cosa: la differenza sta non solo nella mancanza della dicitura "pace" sulla prima, ma anche nella specularità dei colori (nella prima il rosso è in alto; nella seconda, invece, è in basso) e nel loro numero (nella bandiera della pace le tinte sono sette e non sei, per quanto appartengano all'arcobaleno).

Significato dei colori della bandiera


Bandiera gay in foto

Nati nella mente di Gilbert Baker di San Francisco nel 1978, i colori della bandiera erano inizialmente otto, ognuno con un significato ben preciso:


  • Rosa: sessualità;

  • Rosso: vita;

  • Arancione: salute;

  • Giallo: luce del sole;

  • Verde: natura;

  • Turchese: magia;

  • Blu: serenità;

  • Viola: spirito.


Lo stesso Gilbert sventolò la bandiera il 25 giugno del 1978, durante il Gay Pride di San Francisco. Dopo l'assassinio di Harvey Milk, sempre dello stesso anno, la richiesta delle bandiere aumentò notevolmente e Paramount Flag Company iniziò a venderne un modello simile, differente dall'originale per l'assenza del colore rosa (il tessuto non era in magazzino); nel 1979 arrivò un altra versione, a causa del fatto che, se messa in verticale, il palo ne copriva la striscia centrale: eliminato il turchese, quindi, restarono solo rosso, arancione, giallo, verde, blu e viola: un tripudio di colori per la libertà.

Ma quale orgoglio gay?


Bandiera gay in foto

E per l'orgoglio, dicevamo. Ma quest'orgoglio non è un concetto indefinito o difficilmente sintetizzabile; in origine, infatti, fu spiegato attraverso tre punti:


  1. Fierezza (di essere ciò che si è);

  2. Diversità è ricchezza (e non vergogna);

  3. Omossessualità innata (e inalterabile).

A prescindere dalle singole questioni, questa bandiera porta con sé una storia davvero bella: da diffondere e - soprattutto - onorare.

  • shares
  • Mail