Cassazione: l'amore gay non è abietto e i sentimenti non hanno sesso

Cassazione: l'amore gay non è abietto e i sentimenti non hanno sessoE pure la Cassazione lo ripete... Chiamata a dare il proprio giudizio su un delitto passionale, di un uomo che aveva ucciso un proprio studente del quale si era invaghito, la Cassazione ha annullato l'aggravante domandato del movente "abietto". Difatti, l'amore del condannato (pur passionale, folle, omicida) è comunque amore, malato, ma non "abietto" solo perchè tra due uomini. Così da 30 anni, la condanna è scesa a 16. L'aggravante era stato riconosciuto in secondo grado dalla Corte d'Assise d'Appello, scelta duramente criticata dalla Cassazione:

"Andava dichiarato inammissibile il ricorso del pm in quanto palesemente infarcito di giudizi etici, peraltro estremamente discutibili e comunque giuridicamente contrastanti con i principi costituzionali in tema di uguaglianza e libertà personal"

Ed ecco che viene ricordato come, secondo i principi stessi di uguaglianza e libertà personali, l'amore gay diviene medesimamente importante quanto quello etero. E non sussiste di aggravante. Perchè, come è stato stabilit, testualmente:

"L´affetto e l´amore sono propri di ogni essere umano, sia esso omo che eterosessuale. E quindi soltanto con una contraddizione logica ci si potrebbe riferire a questi sentimenti col concetto di abietto"

Foto | La7

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: