Al Gay Pride di Spalato ha partecipato anche il neo sindaco della città

La città di Spalato ha celebrato il proprio gay pride che ha visto in testa al corteo il primo cittadino.

Al Gay Pride di Spalato ha partecipato anche il neo sindaco della città

Spalato, seconda città della Croazia, ha ospitato ieri il suo Gay Pride. A scendere in piazza sono stati circa cinquecento manifestanti che hanno attraversato le vie del centro cittadino senza alcun incidente. Per la prima volta al Pride ha preso parte anche il primo cittadino: si tratta di Ivo Baldasar, sindaco socialdemocratico eletto la scorsa settimana. Baldasar aveva annunciato le sue intenzioni in maniera inequivocabile:

Spalato deve dare l’esempio di città civile e tollerante, dove il diverso non è una persona nemica ma qualcuno da rispettare. Parteciperò al Gay pride e sono convinto che gli spalatini daranno prova di essere cittadini per bene.

Dopo la sfilata, il Pride si è concluso con un DJ party e la distribuzione di sandwich e bevande.

Ci sono stati anche tentativi di boicottaggio del Pride: l’associazione Destra Urbana ha promosso un evento dal nome Città deserta, invitando gli abitanti di Spalato a non partecipare, in modo da far muovere il Pride lungo strade e piazze vuote. In ogni caso le forze dell’ordine hanno assicurato misure di sicurezza.

Sabato prossimo, 15 giugno, sarà Zagabria a celebrare il Pride. Ricordiamo che il 1 luglio prossimo la Croazia entrerà nell’Unione Europea come ventottesimo stato e avrà dodici seggi in Parlamento e sette voti nel Consiglio della UE.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail