Calendario laico 2010: interpretazione trans dell'iconografia cattolica

Calendario laico 2010: interpretazione trans dell'iconografia cattolica

COGAM, associazione glbtq di Madrid, ha realizzato un calendario per il 2010 che ha come idea di fondo quella di dare visibilità soprattutto alle persone trans. Il Calendario Laico 2010, infatti, presenta scene religiose tradizionali interpretate da donne transessuali e da gay seminudi. Le immagini sono quelle più care alla devozione spagnola, anche se anche noi italiani possiamo ritrovare diversi tratti che ben conosciamo. Carla Antonelli, attivista transessuale immortalata nel calendario, ha detto:

Ho fatto il seguente ragionamento: perché una donna transessuale non può rappresentare un'icona religiosa come hanno fatto altri attori e attrici? Rifiutarmi di farlo vorrebbe dire che ho interiorizzato i principi discriminatori che la gente ha nei nostri confronti.

Come potete immaginare, per alcuni è un progetto interessante dal momento che l'iconografia cattolica, volenti o nolenti, fa parte della nostra cultura (le benedette radici cristiane dell'Europa!) e quindi può essere utilizzata anche in forma provocatoria. Per altri potrebbe essere una delle solite provocazioni del mondo glbtq che, prima o poi, ci si ritorceranno contro.

Dopo aver visto alcune foto nella mini-gallery, che ne pensate?


Calendario laico 2010: interpretazione trans dell'iconografia cattolica
Calendario laico 2010: interpretazione trans dell'iconografia cattolica
Calendario laico 2010: interpretazione trans dell'iconografia cattolica
Calendario laico 2010: interpretazione trans dell'iconografia cattolica

Foto | Gay.it

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: