Maria Grazia Cucinotta contro l'omofobia

Ecco le parole di Maria Grazia Cucinotta, in prima linea contro l'omofobia

cucinotta

"Dobbiamo educare i nostri bambini. Deve avvenire tutto dalla nascita. Io ho avuto la fortuna, pur nascendo da una mamma quarantenne, di aver avuto dei grandi insegnamenti. Mia madre mi ha sempre detto che siamo tutti uguali, non ci sono delle diversità e quindi mi ha dato una grande apertura mentale. E soprattutto mi ha detto 'Dove nasci è soltanto un punto di partenza, non è un punto di arrivo. Devi essere tu a dimostrare quello che sei capace di fare. Devi essere tu a far capire agli altri quello che è giusto'. E io sono qui per questo"

Inizia così il discorso di Maria Grazia Cucinotta in un'intervista Ansa sul tema dell'omofobia tema contro il quale la bella attrice di è sempre battuta.

"Sono qui per usare la popolarità per dare voce a chi purtroppo non ha voce e soprattutto dar voce alla vita. Questo Pride a Palermo dal 14/15 di giugno, sarà un red carpet per la vita, dove nessuno dovrà più vergognarsi di essere quello che è. Lotto perché i ragazzini che scoprono di essere omosessuali non debbano avere più paura di dichiararsi e di vivere il disagio del pregiudizio perché comunque la vita appartiene a tutti e devono viverla come si sentono, senza far male a qualcuno ma anche senza che qualcuno gli dica 'Quello non è giusto'"

Poche parole ma efficaci, giuste, necessarie, sempre più attuali e necessarie da ascoltare e da ripetere

  • shares
  • Mail