Bagnasco: il sesso è solo fra uomo e donna fertili

Intervistato dal Corriere della Sera, il cardinale Bagnasco, presidente dei vescovi cattolici italiani, esprime la sua opinione sulla situazione dell'Italia, sull'ora di religione islamica a scuola, sulle questioni etiche, come il testamento biologico, e anche sull'omofobia; o meglio sul no a una legge contro l'omofobia, affossata in primis dal piccolo partito dei cattolici in politica, l'Udc.

In un primo momento sembra che il cardinale voglia proporre un'idea di Chiesa meno politica e più spirituale

Penso che anche oggi, come in ogni epoca storica, la Chiesa sia portatrice di una visione della vita alternativa e spesso in controtendenza che non vuole imporre: chie­de solo di essere lasciata libera di proporla, nella ferma convinzione di contribuire al be­ne comune

ma quando il giornalista gli domanda se sia corretto imporre una visione etica per legge Bagnasco svicola da maestro. Ancora peggio per quanto riguarda l'omofobia.

Dopo l’affossamento della legge antio­mofobia — e le polemiche sulla deputata cattolica del Pd, Paola Binetti, che ha vota­to per l’incostituzionalità — si accusano cattolici e Chiesa d’essere indifferenti alle ripetute aggressioni contro i gay.
«La Chiesa non è contro nessuno, tanto­meno contro le persone, di qualsiasi orienta­mento sessuale esse siano. La violenza e l’ag­gressione sono sempre gratuite e inaccettabi­li. La Chiesa ritiene poi che la sessualità sia l’incontro tra persone di sesso diverso in un contesto stabile e fecondo. Si può non condi­videre questa lettura del dato antropologico, ma la Chiesa non può venire meno a questo che è un dato non solo religioso o culturale, ma profondamente naturale, e che essa pro­pone a tutti senza discriminare nessuno».

Un momento, fatemi capire. La violenza è gratuita e inaccettabile, ma sua eminenza non ci dice se è favorevole o contrario a una legge contro la violenza omofobica. E poi aggiunge quelle parole sulla sessualità, condite dal solito riferimento alla natura, che non significa proprio un bel niente. Ne deriva che quella fra gay o fra lesbiche non è sessualità: che cos'è allora? Perversione? Bestialità? Ossessione? Ce lo spieghi questo gentile pastore di anime dal profilo affilato.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: