A Canicattì nuova aggressione omofoba contro due ragazzi

Con precisione da orologio continuano a suscitare l'attenzione della stampa gli episodi di violenza che derivano dall'omofobia. Una nuova aggressione si è fatta registrare ieri in Sicilia, a Canicattì, in provincia di Agrigento: a renderla nota è il comitato locale di Arcigay.

All'uscita di una scuola, due minori sono stati brutalmente malmenati perchè accusati di essere omosessuali. Immediata la denuncia del fatto alle forze dell'ordine. A colpire è la tragica coincidenza dell'episodio con la bocciatura in Parlamento della proposta di legge Concia per introdurre l'aggravante omofoba, causata da una preguidiziale di incostituzionalità attribuita al concetto di "orientamento sessuale".

Paolo Patanè, presidente regionale Arcigay Sicilia chiede amareggiato e sdegnato che le istituzioni intervengano:

Denunciamo un clima di crescente e intollerabile omofobia e transfobia che trova slancio continuo nella costante negazione dei diritti e di un'autentica uguaglianza delle persone omosessuali, lesbiche e transessuali.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: