Mickey Rourke offende i gay? "Non chiedo scusa, volevo dire quel che ho detto"

Mickey Rourke offende i gay? "Non chiedo scusa, volevo dire quel che ho detto"Mickey Rourke, da attore fallito e dimenticato è tornato nel giro di pochi anni ad essere nuovamente una stella nel mondo del cinema. Ma se qualcuno può pensare che questo lungo periodo passato al limbo e all'inferno possa averlo fatto riflettere e portare ad essere meno impulsivo, si sbaglia. Intervistato mesi fa da un giornalista, alla domanda se avesse una relazione con Evan Rachel Wood, l'attore ha così risposto:

"E' una buona amica, nient’altro. E di' a quel frocio che scrive tutta questa merda su un giornale che mi piacerebbe proprio rompergli quelle gambe da frocio che si ritrova"

Che a casa mia poteva essere riassunto con un semplice " No, siamo solo amici, son solo pettegolezzi infondati". Ma per Mickey forse non era abbastanza. E così, a gran voce, si è sollevata una forte polemica che pretendeva le scuse dell'uomo: che ha ribattuto così:

"Non me ne fotte un cazzo, la vita è troppo breve. Ho più amici omosessuali di quanti ne abbiano cinquanta eterosessuali che io conosco, quindi me ne fotto. Volevo dire quello che ho detto"

L'alleanza di Gay e Lesbiche contro la Diffamazione ha tuonato contro le parole dell'uomo, bollando l'insulto poichè:

"A prescindere da quello che Mickey Rourke pensa che possa significare, si tratta spesso dell’ultima parola che omosessuali, in particolari giovani, sentono quando si trovano ad essere vittima di bullismo, molestie o violenze. Rourke mostra di essere ignorante in maniera sconvolgente di quanto la propria ingiuria, volgare e offensiva, possa alimentare un clima di odio, intolleranza e violenza anti omosessuale. Rourke si renda conto di tutto questo oppure che i media smettano di farsi palco per la diffusione e promozione di insulti di questo genere"

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: