I cattolici raccomandano 10 rosari al giorno per Franco Grillini


Se Lucio Battisti cantava "Dieci ragazze per me", ora Franco Grillini, ex deputato Ds e presidente onorario di Arcigay, può cantare "Dieci rosari per me": il motivo è una notizia che potrebbe sembrare simpatica, quasi tenera, se non fosse espressione di un pregiudizio proponfo, radicale ed estremista che la maggior parte dei cattolici nutre nei confronti degli omosessuali.

Il numero 86 (settembre ottobre 2009) di Il Timone, mensile cattolico di informazione e formazione apologetica, dedica infatti a Grillini, omosessuale eccellente e impenitente, la rubrica "Il raccomandato del Timone". Questa rubrica è una sorta di circo Barnum che mette alla gogna personaggi che vengono additati e stigmatizzati come infedeli, descrivendone biografia e peccati, salvo tentare di redimerli attraverso la preghiera. Questa è la descrizione della rubrica fornita dalla stessa rivista:

Chi è cattolico, sull'esempio di Gesù Cristo, deve amare ogni uomo, anche se non professa la vera fede. Ma non c'è amore più grande per il non credente che pregare il buon Dio perché gli conceda la luce della fede. È dunque per "amore cristiano" che crediamo sia doveroso "raccomandare" alla vostra preghiera i personaggi di questa rubrica.

Una decina di rosari al giorno per settembre e ottobre sono la cura collettiva proposta ai lettori per mondare l'immondo Grillini dal peccato del suo "omosessualismo". Qui di seguito la citazione letterale e integrale (buona lettura e arrivate fino in fondo!):

Franco Grillini è presidente onorario dell'Arcigay, la maggiore organizzazione omosessualista Italiana. E' stato lui a modificare l'immagine e il linguaggio del mondo gay italiano: ha infatti dato un contributo fondamentale por la trasformazione dell'omosessualità da fenomeno trasgressivo e marginale in una questione sociale e politica, in un diritto civile che cerca pubblico ed ufficiale riconoscimento. Se nelle aule parlamentari e sui media si parta ogni giorno di omosessualità, il merito (o il demerito) è di Franco Grillini. Non a caso ha unito la militanza omosessualista con quella politica, fino a diventare parlamentare in quota ai Democratici di Sinistra nell'ultima legislatura. Attualmente dirige una agenzia di stampa specializzata nella diffusione di notizie che riguardino l'omosessualità. Uno dei bersagli preferiti dell'onorevole emerito Franco Grillini è la Chiesa cattolica, ovviamente accusata di omofobia e quindi di complicità con i fenomeni di violenza che colpiscono i gay.

Per la sua importanza nella diffusione del l'omosessualismo in Italia e per la sua completa identificazione personale con le istanze gay, Franco Grillini è un raccomandato speciale. Sembra molto difficile che mezzi umani possano aiutarlo a trovare una visione naturale dell'uomo; eppure resta un nostro fratello al quale si deve voler bene, e che vogliamo affidare alla Madonna.

Non resta forse molto altro che possiamo fare per lui, se non rimetterci alla misericordia divina. Sappiamo che nulla è impossibile a Dio e che molti dei suoi più acerrimi nemici si sono trasformati in strumenti preziosissimi per la realizzazione del Suo Regno sulla terra. Preghiamo dunque (ogni giorno una decina di rosari nei mesi di settembre e ottobre) perché anche l'onorevole Grillini diventi uno strumento docile nelle mani di Dio.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: