USA: le aggressioni ai gay saranno reati federali

USA: le aggressioni ai gay saranno reati federaliAggredire una persona perché non se ne condivide l'orientamento sessuale potrebbe essere un reato federale negli USA. La Camera dei Rappresentanti si è espressa a favore della misura; se anche il Senato la approverà diventerà operativa e non si tratterà solo più solo di una questione dei singoli stati.

Nancy Pelosi, speaker della Camera, ha definito emozionante il tutto, dal momento che da quando è arrivata al Congresso (ventidue anni fa) ha desiderato tale legge. Anche il senatore Edward Kennedy, scomparso recentemente, era a favore di una siffatta legislazione.

I contrari a questa legge si oppongono con una motivazione che, secondo me, è abbastanza particolare: se questa legge fosse approvata i sacerdoti che predicano contro l'omosessualità potrebbero essere messi in carcere nel caso in cui i loro sermoni dessero adito ad atti di violenza. Quindi, libertà di religione sì e libertà di orientamento sessuale no?

Foto | Adam Cole

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: