Per il Vaticano la teoria del genere è bizzarra ed un rifiuto tossico

Per il Vaticano la teoria del genere è bizzarra ed un rifiuto tossico

Sinodo dei Vescovi sull'Africa e non smette la crociata contro i gay. Due sono stati gli interventi che riguardano il mondo glbtq in questi giorni: uno del cardinal Ennio Antonelli, italiano, presidente del pontificio consiglio per la famiglia, e l'altro di mons. Robert Sarah, Arcivescovo emerito di Conakry, Segretario della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.

Il cardinal Antonelli (al centro nella foto in apertura di post) sulla scorta di Ratzinger, ha definito la teoria del genere come un tossico rifiuto spirituale:

Agenti di varie istituzioni e organizzazioni internazionali partono da problemi reali, ai quali è necessario e doveroso porre rimedio, come le ingiustizie e le violenze subite dalle donne, la mortalità infantile, la malnutrizione e la fame, i problemi dell'abitazione e del lavoro. Suggeriscono prospettive di soluzione basate sui valori dell'uguaglianza, della salute, della libertà: parole sacrosante, ma rese ambigue dai nuovi significati antropologici di cui vengono caricate. Ad esempio uguaglianza delle persone non significa solo pari dignità e titolarità dei diritti fondamentali dell'uomo; ma anche irrilevanza della differenza naturale tra uomini e donne, uniformità di tutti gli individui, come se fossero sessualmente indifferenziati, e quindi equivalenza di tutti gli orientamenti e comportamenti sessuali: eterosessuale, omosessuale, bisessuale, transessuale, polimorfo. Ogni individuo ha diritto a fare liberamente (ed eventualmente anche a mutare) le sue scelte, secondo le pulsioni, i desideri e le preferenze.

Non diverso l'intervento di mons. Sarah, che definisce bizzarra e omicida la teoria del genere:

La nuova ideologia è dinamica e si impone al tempo stesso alle culture e alle politiche. Esercita pressioni sul legislatore perché rediga leggi che favoriscano l’accesso universale alle informazioni e ai servizi della contraccezione e dell’aborto (concetto di “salute riproduttiva”), come pure l’omosessualità [...] L’Africa deve proteggersi dalla contaminazione del cinismo intellettuale dell’Occidente. È nostra responsabilità pastorale illuminare la coscienza degli africani riguardo ai pericoli di questa ideologia omicida.

Ma se siamo rifiuti tossici spirituali, bizzarri, omicidi... perché non ci lasciano in pace? Voi ce li vedete gli estremi per una denuncia?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: