Il papa spiega alla nuova ambasciatrice dell'Olanda che il matrimonio è solo tra uomo e donna

Il papa spiega alla nuova ambasciatrice dell'Olanda che il matrimonio è solo tra uomo e donna

Benedetto XVI non si è lasciato sfuggire l’occasione di dare una bacchettata all’Olanda. Ricevendo nei giorni scorsi le credenziali della nuova ambasciatrice olandese presso la Santa Sede, la baronessa Henriette Johanna Cornelia Maria van Lynden-Leijten, Ratzinger le ha spiegato che la famiglia è basata sul matrimonio fra uomo e donna. Ha detto il papa:

[…] ancor più importanti delle scuole sono le famiglie costruite sul fondamento di un matrimonio stabile e fecondo tra un uomo e una donna. Nulla può uguagliare o sostituire il valore formativo del crescere in un ambiente familiare sicuro, imparando a rispettare e a promuovere la dignità personale degli altri, diventando capaci di “accoglienza cordiale, incontro e dialogo, disponibilità disinteressata, servizio generoso, solidarietà profonda”, in pratica imparando ad amare.

È dal 2001 che il governo olandese non concepisce più in questo modo la famiglia: in quell’anno, infatti, in Olanda è stata definita come famiglia l’unione tra due persone, indipendentemente dal sesso ed è stata aperta, così, anche la via alle adozioni da parte di coppie gay. E questo il papa lo sa bene, tanto che ha continuato il suo discorso:

è probabile che una società che incoraggia modelli alternativi di vita domestica per amore di una presunta diversità accumuli conseguenze sociali che non conducono allo sviluppo integrale dell'uomo.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: