Gaparri non comprende la discriminazione verso chi non sostiene le unioni gay

Maurizio Gasparri parla di discriminazione... ma nei confronti di chi non sostiene le unioni gay

Maurizio-Gasparri

Nelle scorse settimane, in Francia sono stati approvate le nozze gay, scatenando il plauso delle associazioni Lgbt e le durature proteste di chi, invece, è fortemente contrario alle unioni tra persone dello stesso sesso. Non sono mancate continue manifestazioni di dissenso per le strade e le piazze francesi.

In Italia, invece, la situazione è diversa. In queste ore ha fatto molto parlare la lettera di Davide. il ragazzo diciassettenne che ha espresso il proprio malessere in un paese civile in cui si ha la sensazione di non esistere. A lui ha risposto il Presidente Arcigay e Laura Boldrini

Ma, in queste giornate di particolare attenzione verso la situazione Lgbt, c'è un'opinione diversa, quella di Maurizio Gasparri, (Pdl):

"Francamente non capisco la tendenza a discriminare chi non si associa all'ondata qualunquista a sostegno delle unioni gay; la pretestuosita' di argomenti relativi a diritti negati, quando le norme consentono ampia tutela a ogni tipo di convivenza; e la disattenzione di troppi alla tutela della famiglia cosi' come le norme la definiscono: orientata a vita e nascita dei figli che vengono al mondo per l'incontro tra uomo e donna"

Via | Ansa

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: