Gale Wilhelm, la scrittrice che scelse il silenzio

Una carriera letteraria quella di Gale Wilhelm breve ma intensa che finì per volere della stessa scrittrice.

I romanzi di Gale Wilhelm

Il suo esordio come scrittrice nel 1935 fu benevolmente accolto dai critici, nonostante il romanzo “We too are drifting” affrontasse apertamente e senza velature il tema, allora tabù, dell’amore tra due donne. Un successo di critica e di pubblico che venne riconfermato nel 1938 dalla pubblicazione di "Torchlight to Valhalla", un'altra storia gay in cui la protagonista rifiuta l’amore di un avvenente corteggiatore per quello di una giovane donna che nel proprio sguardo sembra racchiudere una promessa eterna e misteriosa di felicità. Seguirono poi altri tre romanzi, tutti di buon successo che meritarono gli elogi anche di Carl Sandburg, tuttavia già a metà degli anni quaranta, la scrittrice sembrava avere definitivamente concluso la sua storia d’amore con la letteratura.

Benché i suoi libri, soprattutto quelli a tema lesbico (che piuttosto stranamente, visti i tempi, le avevano dato la popolarità) continuassero a vendere, Gale Wilhelm preferì abbandonare tutto e dedicarsi ad altre attività. Trasferitasi a San Francisco negli anni'30, la scrittrici si legò prima a Hope Page, poi dopo la sua prematura morte, a Kathleen Huebner incontrata nel 1953. Un amore il loro solidissimo che durò fino alla scomparsa della Wilhelm nel 1991.

  • shares
  • Mail