Milano: i "City Angels" arrivano a difendere i gay

Milano: arrivano i "City Angels" a proteggere i gay Da ormai due mesi e mezzo, i City Angels collaborano con la comunità gay milanese, con particolare attenzione per una zona non particolarmente sicura: via Sammartini. Poco tempo fa c'era stata una feroce sassaiola in zona contro i locali gay presenti, auto di clienti dei pub: persino alcune persone erano rimaste lievemente ferite.

Un gruppo di gay propose l'opzione di ronde volontarie per cercare di rendere più sicura la zona e per autodifesa. Altri ancora si rivolsero ai City Angels, che hanno la base operativa in Galleria Tonale, a pochi metri da Via Sammartini. Così, da allora, ogni sera, "gli angeli della città" percorrono la via, scambiando informazioni, accertandosi che non vi siano risse o persone pericolose pronte a ripetere atti vandalici.

E il proprietario dell'Afterline, locale storico della zona, ha deciso di ricambiare la cortesia, dedicando un'intera serata, prevista per il 4 settembre, per rendere omaggio e conoscere meglio queste persone volontarie, che, quotidianamente, assicurano aiuto e protezione ai cittadini milanesi. Da esempio le parole di Mario Furlan, fondatore del gruppo:

"Essendo noi un'associazione antirazzista non possiamo che essere dalla parte dei gay che subiscono violenze ed emarginazione"

Foto | StraMilano

  • shares
  • Mail