La Camera del Minnesota ha approvato le nozze gay. Ora tocca al Senato

Con 75 voti a favore e 59 contrari, la Camera del Minnesota ha detto sì al matrimonio tra persone dello stesso. Lunedì prossimo voterà il Senato.

La Camera del Minnesota ha approvato le nozze gay. Ora tocca al Senato

Il progetto di legge sul matrimonio tra persone dello stesso sesso è stato approvato dalla Camera dei Rappresentanti del Minnesota con 75 voti a favori (tra cui quattro repubblicani) e 59 contrari (tra cui due democratici). Lunedì prossimo sarà il Senato dello stato a doversi pronunciare sul matrimonio gay e tutto fa ben sperare che il Minnesota sarà il dodicesimo stato USA a legalizzare il matrimonio ugualitario.

A monte di questo voto c’è un referendum tenutosi lo scorso novembre, quando il Minnesota respinse un referendum per una modifica costituzionale che voleva vietare il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Il 51,3% dei cittadini del Minnesota disse no a tale riforma costituzionale, mentre il 47,6% era favorevole. Un risultato promettente che ha spianato la via alla discussione parlamentare di questi giorni sulla parità matrimoniale per tutti.

Il senatore Scott Dibble ha quindi presentato in Senato un disegno di legge sulle nozze gay e alla Camera è stata la deputata Karen Clark a proporla. Il disegno di legge ha avuto il sostegno anche del senatore repubblicano Branden Patersen dopo che gli erano state conferme del fatto che quelle confessioni religiosi che si oppongono al matrimonio gay non sarebbero state obbligate a celebrare di tali nozze.

Il Governatore dello Stato, Mark Dayton, democratico, ha già fatto sapere che firmerà la legge se sarà approvata da entrambe le Camere.

Via | Dos Manzanas
Foto | Di TUBS [CC-BY-SA-3.0], attraverso Wikimedia Commons

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: