Dal mondo: a Berlino i gay potranno adottare e nel Salvador il governo non appoggerà la proibizione del matrimonio gay

A Berlino i gay potranno adottare e nel Salvador il governo non appoggerà la proibizione del matrimonio gay

Dopo che la Baviera ha ritirato il ricorso contro le adozioni da parte dei gay, la Corte Costituzionale tedesca ha confermato il diritto per le coppie omosessuali di adottare il figlio di uno dei partner. Esprimendosi sul caso di una lesbica che aveva chiesto in adozione il figlio della compagna, la Corte ha stabilito che i genitori naturali non avrebbero preminenza rispetto a quelli adottivi, ribadendo anche la costituzionalità della legge tedesca che prevede l'adozione del figlio del partner come padrino o madrina.

Dall'altra parte del mondo (per noi), e precisamente ne El Salvador, il Frente Farabundo Martí para la Liberación Nacional (FMLN), partito che governa lo stato dallo scorso giugno, ha comunicato che non sosterrà una riforma della Costituzione per proibire il matrimonio gay. Nonostante che in precedenza il FMLN avesse dichiarato di appoggiare questa riforma – anche per le pressioni della chiesa cattolica – ora fa un passo indietro: come dice una deputata del partito – Margherita Velado – è esagerato fare una riforma della Costituzione per vietare le nozze gay (considerato che, comunque, le persone dello stesso sesso non possono sposarsi civilmente nel Salvador). La Velado ha anche sottolineato che una misura del genere potrebbe generare discriminazione e omofobia e che i gusti sessuali rientrano nelle libertà del singolo.

Foto | Pretty Little Riddles

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: