Masturbazione e sesso gay? Rende il corpo più vulnerabile all'influenza suina

Palaniappan In Malaysia, un rinomato e stimato dottore sta sostenendo che il sesso gay e la masturbazione possono rendere il corpo molto più vulnerabile al H1N1 virus, conosciuto comunemente come l'influenza suina. Come riferisce il Bernama, quotidiano vendutissimo in tutto lo stato, il Dr V.M. Palaniappan, medico di terapia complementare, afferma che evitare la masturbazione e attività omosessuali possono essere buone misure preventive contro il virus.

Palaniappan continua, affermando che "quando uno si masturba, o si concede ad atti omosessuali, il suo corpo produce una frizione calda, che a sua volta produce acido, rendendo il corpo iperacido, provocando bruciore ad urinare o al gabinetto, e rendendo una persona più debole per l'infezione H1N1"

Inoltre sostiene che la masturbazione non è solo pericolosa per i "molti uomini che sono irrispettosi del loro ruolo di marito, status ed età", ma anche nei rari casi e le "poche donne di tutti i gruppi d'età" che la praticano, è rischiosa in egual misura. Ha poi ovviamente sottolineato che il sesso tra uomo e donna sono invece completamente sicuri: infine acqua di noce di cocco come rimedio e prevenzione per l'influenza suina. Da ricordare che l'omosessualità in Malaysia è considerata un crimine punibile con 20 anni di carcere, bastonate e, in alcuni stati, condanna a morte.

Fonte | Advocate

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: