Re(l)azioni a catena, web serie italiana sull'amore tra donne

“A volte succede che due persone si guardino come guardava Candy Candy, con gli occhi che tremano”.

È online la prima puntata di Re(l)azioni a catena, una commedia sulla chimica delle relazioni tra donne che parla di amore, diritti e nuove famiglie, realizzata con un progetto di finanziamento dal basso.

È proprio dalla chimica che si parte, quella chimica che tante volte viene invocata per giustificare un’attrazione tra due persone:

Quando due o più elementi chimici caratterizzati da una certa affinità reciproca si incontrano in determinate condizioni di temperatura e pressione, ecco che può succedere che una reazione si inneschi e da quel momento lì nulla è più come prima. I reagenti si trasformano nei prodotti e anche l’ambiente circostante, che partecipa della reazione, si ritrova alla fine completamente mutato. Mutato in modo irreversibile. Per sempre.

Così inizia la prima puntata. Ed è senza dubbio vero, anche se io – meno chimicamente! – preferisco la frase che ascoltiamo alla fine dell’episodio:

A volte succede che due persone si guardino come guardava Candy Candy, con gli occhi che tremano.

Le puntate – realizzate da Badhole (“BADhOLE Video è un’associazione culturale. L’h è muta, si scrive all’inglese ma si legge alla piemontese: Badòle”) saranno online ogni giovedì per quattro settimane. Il messaggio che l’associazione culturale vuole inviare alla rete (e non solo) è il seguente:


  • per essere visibili, contro ogni forma di lesbofobia;

  • per aprire domande;

  • per semplicemente raccontare quello che già nella società civile esiste ma non trova spazio in Italia per essere raccontato e rappresentato.

Re(l)azioni a catena è una serie web da che parte “dal basso” ed è importante diffonderla per rendere visibile realtà che esistono in Italia ma di cui nessuno parla.

  • shares
  • Mail