Trentino: Uno su tre è favorevole ai matrimoni gay

Trentino: uno su tre favorevole ai matrimoni gay Nel nord est, una persona ogni quattro ritiene che due persone dello stesso sesso (unite legalmente) possono formare una famiglia: la percentuale di persone favorevoli ai matrimoni gay si alza fino al 33% in Trentino. Il sondaggio è stato rappresentato dalla popolazione, su un totale di 1005 campioni, in età superiore ai 15 anni.

Il secondo quesito, che domandava se una coppia di conviventi omosessuali possa essere considerata una famiglia, la percentuale scende al 26,9 nel Trentino, 23,5 nel Veneto e 22,9 nel Friuli. Sembra infatti che per il 54% degli intervistati sia importante sposarsi per poter formare una famiglia, ma un elevato 44,4% pensa che sia sufficiente convivere. Sembra sempre meno "sacro" il vincolo del matrimonio, poichè solo 2 persone su 10 credono ancora nelle nozze religiose. Appare quindi in ascesa la convinzione che un'unione meno stabile e perenne, come vivere insieme sotto le stesso tetto, sia tra le opzioni preferite dai cittadini intervistati.

E i dati dimostrano inoltre che vi è stato un incremento significativo delle persone favorevoli ai matrimoni gay, quasi 1/3 della popolazione del nord-est, con una variazione rispetto al 2006 di 5 punti percentuali. Solo una persona su quattro comunque ritiene "famiglia" una coppia gay unita senza regolazione legislativa, sebbene siano propensi affinchè ogni coppia omosessuale possa essere "ufficializzata". Che ne pensate? Dati positivi oppure numeri e accettazione ancora troppo bassi?

Foto | SpringfieldNow

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: