Omofobia a Roma: Luigi e Nicolas aggrediti perché gay

Imma Battaglia denuncia due casi di omofobia nella Capitale

I locali gay di Roma più famosi e discussi

E' Imma Battaglia, presidente Di'Gay Project e candidata al Consiglio comunale con Sel, a dare la notizia di una recente azione omofoba nei confronti di due ragazzi, Luigi e Nicolas, nelle scorse ore.

Il tutto è accaduto in via Ostiense, fuori dal luogo di lavoro dei due. A picchiarli sono stati quattro ragazzi e tre ragazze che si sono accaniti con estrema violenza contro i due. Luigi ha cercato la fuga cercando di salire in auto ma non è servito a nulla: è stato nuovamente riacciuffato dal branco, estratto dalla macchina e pestato a sangue. Nicolas ha cercato di difenderlo e ha ricevuto un pugno in un occhio. Hanno persino utilizzato il coccio di una bottiglia durante la furia.

Un terzo amico, riuscito a fuggire, ha chiamato i carabinieri che sono intervenuti, arrestando i colpevoli. Per le vittime, una prognosi di trenta giorni per trauma cranico, fratture multiple e lesioni

Imma Battaglia così ha commentato l'accaduto:

"Ringrazio le forze dell'ordine per il tempestivo soccorso e per il quotidiano impegno nonostante lo stato di emergenza in cui ci troviamo, che però non allontana sentimenti di paura, dolore e rabbia. I ragazzi aggrediti oggi si definiscono fortunati perché ancora vivi e questo è inammissibile. Roma è ormai diventata terra di nessuno, abbandonata a se stessa, alla criminalità, alla violenza e al caos: si percepisce con chiarezza un senso di pericolo, precarietà e insicurezza, dovuto all'assenza della politica. La nostra città è sempre di più lo specchio che riflette - concentrata in un territorio che sta per implodere - la grave crisi del Paese"

Via | Roma Today

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: