Consigliere scozzese: i gay sono persone tristi e gli atei condannati all'inferno

Kenneth Gunn critica gay ed atei Kenneth Gunn, durante una telefonata in diretta con la radio BBC, ha affermato che i gay sono "molto tristi" e che gli atei sono condannati all'inferno. Poco prima la Radio ha invitato gli ascoltatori a chiamare per dire la loro opinione sul promuovere i diritti dei gay all'interno della Chiesa.

Una Bibbia interattiva" è stata posizionata all'esterno su un leggio con penne e il messaggio: "Se ti mai sentito escluso dalla Bibbia, per favore scrivi qua il tuo percorso". Tuttavia il messaggio non è stato quello che si aspettavano, poichè molti hanno scritto "Fanc*** la Bibbia" e insulti simili. Un messaggio invece diceva " Io sono una ragazza bisessuale ed orgogliosa. Voglio che nessun dio ne sia dispiaciuto". La Bibbia è quindi stata spostata in una teca di vetro, con le penne esterne.

E parlando in diretta, Gunn ha descritto l'avvenimento come un sacrilegio e che non sarebbe stata permessa una cosa del genere nel libro del Corano. Alla domanda dell'intervistatore che chiedeva se gli atei avrebbero dovuto rispettare e proteggere la Bibbia, lui ha risposto così:

"I non credenti sono comunque condannati all'infermo, perciò perchè se ne dovrebbero preoccupare? Abbiamo combattuto guerre per 4000 anni per proteggere la Bibbia e, posso dire, per proteggere allo stesso modo il Corano. Se qualcuno non crede e pensa che l'uomo produca tutto sulla terra, allora sono veramente arroganti e, come ho appunto detto, destinati all'inferno. Quando andavamo domenica a pregare, questa terra era migliore. Guarda invece adesso in che direzione stiamo andando! Abbiamo questi " chiamati gay", che in realtà sono persone davvero misere, e abbiamo gli atei e pagani che scorrazzano per il Paese e distruggono il Cristianesimo. Sembra che sia offensivo criticare l'Islam, ma non altrettanto screditare il Cristianesimo!"

Un mix di opinioni dove a mio avviso, l'unica sensazione che traspare è la totale insofferenza dell'uomo verso ciò che non condivide... Un dibattito "interessante" diventato campagna d'odio gratuita. Non la vedete come un'apoteosi dell'incorenza?

Fonte | PinkNews

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: