L'opinione di Valentino sui matrimoni gay

Valentino e la sua opinione sulle nozze gay Kathryn Lopez, una delle voci dell'editoriale NRO, ha scritto un articolo sui matrimoni omosessuali. Fin qua nulla di male, se non fosse che lo scopo dell'articolo fosse il dimostrare come la gente comune non sia ancora pronta e non se la senta affatto di istituzionalizzare le unioni gay. Come fare del proprio pensiero una pubblica propaganda...

A supporto di questo articolo, ovviamente, la giornalista ha intervistato Valentino in merito all'argomento, cercando di ricavare dalle sue parole un modo per appoggiare la sua ideologia. Ecco cosa avrebbe dichiarato lo stilista:

"Per quanto mi riguarda, in tutti questi anni non mi sono mai posto il problema di un cambiamento in termini legali. Io e il mio partner Giammetti abbiamo trovato la nostra strada, sicuramente non convenzionale, che è basata in primo luogo sull'amicizia. L'amicizia è sempre la cosa più importante. Non sono favorevole o contrario alla legalizzazione (dei matrimoni gay), semplicemente non ho progetti in questo senso"

E questa frasi sarebbero una dimostrazione di quello che lei parla nell'articolo: la gente non è preparata a nozze tra gay e, oltretutto, i gay stessi possono anche non volerle. Al di là della faziosità dell'articolo, credo che Valentino possa decidere di sposarsi o meno, ma in tutte le nuove leggi e riforme ci sarà sempre qualcuno che la pensa diversamente da un altro. E allora?

Valentino non ha il bisogno di ufficializzare un rapporto. Bene. E se invece volessero farlo "Gino & Pino"? Se due altre persone fossero desiderose di unirsi in matrimonio, non credo che lo stilista passerà le sue notti insonni di fronte a queste scelta no? Perchè ognuno è libero di scegliere e di capire cosa vuole dalla propria vita e dal proprio rapporto: se amicizia e nessun progetto legale o amore e matrimonio in seguito. E' la libertà del singolo individuo, cara Kathryn.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: