Valerio Pino non chiude Twitter, ma lo staff precisa: "Gli sarà impedito di parlare, basta italiano"

Sembra una barzelletta ma non lo è affatto: a Valerio Pino è stato impedito di parlare e scrivere in italiano dallo staff. Sì, dallo staff.

Valerio Pino foto Twitter

Quel Valerio Pino su Twitter, sì proprio quello che cinguettava qua e là, ora annunciando l'arrivo di un film mozzafiato, ora parlando del suo amore per gli animali, ora pubblicando foto e video di un certo "interesse", non esiste più. Almeno per il momento: ne ha dato la triste scomparsa lo staff, che, attraverso un comunicato stampa ufficiale (a meno che non l'abbia scritto proprio il ballerino di suo pugno), ha annunciato a tutti di non avere alcuna intenzione di chiudergli Twitter.

Avrebbero fatto meglio, però, e non perché il bel Pino, per quanto sia esuberante e a tratti strano, ci sia antipatico. Il punto è che la vera forza del ballerino sta nei suoi deliri pomeridiani e notturni, oltre al suo rapporto con i fan, che, tra un cinguettio e l'altro, hanno scoperto che non tutti i VIP e NIP credono di vivere in un altro pianeta a contatto con divinità irrintracciabili. Ebbene, questo non sarà più un punto di forza, perché a Valerio è stato impedito di parlare, utilizzare il suo account, e, udite udite, di conversare in italiano.

Il post ufficiale dello staff di Valerio Pino


"Comunicato Stampa: Madrid, Spagna - 26/04/2013. Dopo diverse ore di consultazione - così inizia lo staff - gli avvocati di Valerio Pino hanno deciso di non chiudere il profilo ufficiale del social network Twitter della star italiana per rispetto dei fan spagnoli, latino americani e di tutti gli altri paesi del mondo. Viene però proibito a Valerio Pino l'accesso al suo account; sarà dunque un assistente personale della star ad occuparsene, gestendo e controllando i prossimi tweet. In via precauzionale - questa, la conclusione - [...] sarà escluso l'uso della lingua italiana. Valerio Pino ci tiene comunque a precisare che ama come sempre i suoi fan e continuerà a farlo. Grazie a tutti. Lo staff e tutto l'entourage".

Come concludere, se non con un grosso "mah"? Anzi, perché non iniziate a riempire di cinguettii il profilo di Valerio? Senza di lui Twitter non ha più senso (non quel senso che intendiamo noi, almeno).

Via | Pagina Facebook di Valerio Pino

  • shares
  • Mail