In America arrestato un uomo che usava le chat gay per rapinare

Ben cinque le vittime accertate, ad ora, rapinate da un uomo che usava le chat gay

Rapina-chat-gay

La polizia di Kent ha arrestato un uomo che era solito azionare un piano ben preciso.

Utilizzando una applicazione gay sul cellulare, iniziava a chattare con alcuni uomini, fissando poi, in breve tempo, un incontro. Solitamente il luogo scelto era molto appartato, non in mezzo alla gente. Lo scopo, però, in questo caso, non era una ricerca di intimità ma il primo passaggio che portava poi ad una intenzione di rapina. Arrivati nel luogo concordato, l'uomo estraeva una pistola e costringeva le vittime a farsi consegnare il denaro

Gli ufficiali della cittadina hanno già confermato due vittime mentre da Seattle è arrivata la denuncia di altre tre persone che sono stata raggirate dall'uomo.

Pat Lowery, assistente capo della polizia di Kent, ha dichiarato:

"Siamo preoccupati che ci possano essere ancora più vittime nella comunità che hanno paura di farsi avanti. Con questo sospetto ora in custodia, stiamo sollecitando eventuali altre vittime a contattarci e segnalare se sono state altre persone coinvolte"

Una storia che ricorda, in parte, la notizia dell'italiano rapinato in casa sua, dopo un incontro online, da una persone che l'ha minacciato con un coltello dopo un rapporto intimo. Ricordate? Cliccate qui.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail