Boy George rifiutato dall'Hare Krishna perchè gay

Boy George Hare Krishna Sembra un periodo complicato per le star e il loro "credo": dopo John Travolta minacciato dalla setta di Scientology, oggi tuona la notizia di Boy George che sarebbe stato bloccato dal diventare un membro totale dal movimento Hare Krisnah perchè omosessuale. Pubblicamente seguace durante gli anni Ottanta, quando era a capo dei "Culture Club", ma per diventare un membro a tutti gli effetti dovrebbe sposare una donna.

La star, che recentemente aveva combattuto per problemi di droga, alcol ed era stato arrestare per aver imprigionato un gigolò, ha ammesso di essere "parecchio sconvolto" dalla cosa. Marianne Elliot-Said, membro degli Hare Krishna ha dichiarato:

"George non è mai diventato un Hare Krishna praticante. Era interessato ma gli hanno detto che non avrebbe potuto perchè praticava l'omosessualità"

La Società Internazionale per la Consapevolezza Krishna dice di accettare i gay, ma loro devono sposare una donna e avere figli che saranno seguaci del movimento.

Questa regola è uno dei caposaldi principali: il sesso e il desiderio non conducono all'esistenza spirituale e uno dovrebbe fare sesso solo con lo scopo di riprodursi. Tuttavia, alcuni capi del movimento accettano e supportano l'omosessalità e le relazione gay. Un certo Goswami è uno di questi: ha benedetto nel 2008 una cerimonia per coppie gay a Los Angeles:

"Il nostro amore per l'altro è il riflesso dell'amore di Dio per noi. La perfezione in ogni coppia è vedere Dio nell'altro"

Un po' un controsenso unico, non credete? Generalmente accettano i gay, basta che si sposino con una donna e abbiano dei figli. Che suona un po' come un vegetariano che però deve mangiare carne...

Fonte | Pinknews

  • shares
  • Mail