Nozze gay in Francia, il commento di Ivan Scalfarotto

Leggi le parole di Ivan Scalfarotto in merito ai matrimoni omosessuali in Francia

scalfarotto-ivan

Proprio ieri vi abbiamo riportato la notizia dell'approvazione ufficiale delle nozze gay in terra francese. Mentre, dopo l'annuncio, alcuni gruppi omofobi hanno manifestato la propria contrarietà, in Italia Ivan Scalfarotto ha sottolineato la differenza tra il nostro Paese e quello dei cugini:

"Con l’approvazione del matrimonio egualitario e alle adozioni anche per coppie omosessuali in Francia, l’Italia rimane al palo ed è ormai praticamente l’unica tra i paesi occidentali, tra quelli fondatori della Ue, tra quelli del G8 a non avere alcuna tutela per le unioni di fatto e per le coppie formate da persone dello stesso sesso. Non solo, mentre la legislazione di tutti i paesi democratici si sta evolvendo verso il matrimonio egualitario, da noi ancora si discute se serva una legge di diritto pubblico o solo una scrittura privata, si cercano formule complicate e contorte, si pongono dubbi inesistenti e paletti ideologici senza alcun fondamento. Ancora c'è chi richiama una surreale legge antropologica o naturale, chi ancora cerca di mettere cittadini contro cittadini arroccandosi dietro discriminazioni inaccettabili. Allargare lo stato di tutela a chi oggi ne viene escluso è un atto di equità dovuto oltre che legittimo. Migliaia di coppie omosessuali vivono oggi con tutti i doveri, compresi quelli fiscali, ma si vedono negati moltissimi diritti, a partire da quelli assistenziali.Giudici, Corte di Cassazione e Consulta, oramai sono tantissime anche le sentenze e i casi di Giurisprudenza che indicano la strada e che sottolineano come questo gap sia ingiustificabile e, anzi, anti democratico e discriminatorio per una larga fetta della popolazione italiana. Solo alcune parti politiche sembrano del tutto inermi, del tutto sorde al richiamo di ciò che succede nella società contemporanea"

Il Deputato del Partito Democratico infine ha concluso con l'invito ad una mai tarda apertura:

"La soluzione è semplice ed è unica, il matrimonio egualitario, esteso cioè a tutte le coppie, indipendentemente dal loro genere. Questo è l’unico strumento che un Paese che guarda al domani, al benessere dei suoi cittadini e vuole rimanere tra le nazioni di riferimento di tutto il mondo, non solo in ambito economico, possa adottare"

Un appello che ribadisce ancora l'urgenza di riportare in primo piano i diritti Lgbt sempre più affossati tra priorità e scontri di pensiero nella politica italiana

  • shares
  • Mail