E Franceschini disse: Sì alle coppie di fatto. Ma...

Franceschini s�¬ alle coppie di fattoDopo le affermazioni dei giorni scorsi e le posizioni di Marino, oggi Franceschini ha nuovamente parlato in merito alle coppie di fatto, questa volta dicendo quanto sia indubbio che possano pretendere diritti e riconosciumenti giuridici:

"'Non c'e' dubbio che nel nostro ordinamento le coppie di fatto debbano avere un riconoscimento giuridico e diritti. Non ci possono essere ragioni per le quali non c'e' diritto a subentrare nella casa di abitazione, non ci sono diritti di successione, ne' di assistenza"

Ha poi aggiunto che il Pd formerà delle alleanze per vincere le prossime politiche, lasciando da parte una volta per tutte i dissidi e le incomprensioni che ci sono state negli ultimi tempi. Parole interessanti, parole che potrebbero lasciare ben sperare, ma... ci sono alcuni "ma"...

Perchè adesso improvvisamente queste parole? Maliziosamente potremmo pensare anche che sia solo una delle tante mosse politiche per accaparrarsi una fetta importante di voti. Le sue ultime dichiarazioni avevano fatto discutere molto e persino all'interno del suo partito c'era stato chi ne aveva preso le distanze. Perchè non ha parlato di questo anche prima delle scorse elezioni? Forse voleva assicurati voti degli ex Dc non iscritti al Partito Democratico? Ora invece è forse certo che queste affermazioni gli garantiscano l'appoggio di un numero ingente di gay. Ma la mossa è stata ben calibrata oppure molte persone ancora non riusciranno a vedere Fransceschini come portavoce dei loro diritti?

Le parole di Franceschini sono interessanti ma prima di "cantar vittoria" questa volta attendo. Aspetto che la teoria e le belle parole diventino pratica e non solo bolle di sapone. Perchè non mi interessa della sigla, non mi importa di alcuno slogan, nè altro. E' ora che quello che viene detto ufficialmente diventi realtà e non si perda in scontri con altri appartenti del Partito o con diverse priorità sempre più urgenti di questa. Come reagiranno i suoi compagni politici? Appoggeranno quello che ha detto oppure si lasceranno convincere dal perbenismo imperante?

Insomma, questa volta forse è meglio attendere, prima che cambino nuovamente idea, al prossimo giro di boa, rimangiandosi quello che ogni volta ci promettono di prendere in considerazione. E che ogni volta evapora nel nulla assoluto.

Fonte | Ansa

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: