I migliori locali gay di New York per vacanze e soggiorni da sballo

Locali gay a volontà in quel di New York: abbiamo selezionato i migliori per rendere le vostre vacanze molto meno snervanti e decisamente interessanti.

Locali gay New York

Locali gay a New York? Esistono e sono stupendi. Oltretutto ne sono davvero tanti. Nel corso di questo speciale dedicato alla Grande Mela vi proporremo, però, soltanto quelli che, dopo attente ricerche, ci sono sembrati i migliori; non che gli altri non siano degni di essere esplorati,  ma, dovendo scegliere, abbiamo preferito scartarne parecchi, basandoci sull'accoglienza e la possibilità che offrono di incontrare gente gradevole in tutti i sensi.

A New York gli incontri avvengono soprattutto nei quartieri di Greenwich Village e Chelsea, anche se negli ultimi anni gran parte di gay e lesbiche si è spostata verso il secondo, lasciando ai più grandi i locali di un tempo; è chiaro che le possibilità che una chat garantisce sono infinite, ma se avete la possibilità di incontrare l'uomo e la donna della vostra vita (o della notte) in modo regolare, e cioè senza ricorrere alla tecnologia, perché non dovreste approfittarne? Veniamo al dunque.

Barracuda - 275 West 22nd St


Si tratta di un disco-pub che a Chelsea conoscono benissimo e che non pochi anni fa ha ricevuto un riconoscimento come best gay bar da New York magazine: non si tratta, insomma, di un posto da niente. All’interno troverete uno stanzone stretto e lungo che si divide in due aree: una vicino al bancone; l’altra, invece, è all’opposto dell’entrata. Le serate offerte sono moltissime: si va dal karaoke a contenuti molto più censurabili (almeno da Google). Da tenere d’occhio i baristi: uno più bello dell’altro.

G Lounge - 225 West 19th (NY 10011)


Vicino al Barracuda, quindi facilmente trovabile una volta che avete raggiunto il primo locale, c’è un altro disco-bar che ha un ingress libero e accoglie i corpi più strepitosi di tutta New York: G Lounge, infatti, più che organizzare eventi, cerca di mettere a segno serate perfette con uomini focosissimi (anche piuttosto disponibili, secondo alcune testimonianze che, ovviamente, non vi riportiamo). Sono previste anche serate con i Bear, ma quelli veri. E qui ci fermiano.

Le Bain – 444 W 13th St (NY 10014)


Diciottesimo piano del Meatpacking District: Le Bain offre una serata molto ricercata nello stile; le persone che incontrerete hanno un look particolare, tra il madonniano e il gaghiano, senza escludere tinte forti alla Nicki Minaj. La fila è chilometrica, ma il posto promette sorprese a non finire: si incontra bella gente, anche disposta a quattro chiacchiere e non solo agli appoge, in un’atmosfera caratterizzata da intensi profumi esotici.

The Eagle – 554 West 28 (NY 10001)


Stanze buie per Eagle, locale per leather/bear in cui può entrare chiunque abbia uno stomaco forte e sia perciò resistente a grasso, peli, accessori, vestiti strani e chi più ne ha più ne metta (fermo restando che non tutti i bear sono così, e voi esperti lo saprete senz'altro). Le serate, ovviamente, sono molto alternative: si sta quasi sempre con il didietro all’aria, ma dopo un po’ ci si fa l’abitudine (non a tutto, però).

Industry – 355 West 52 Street (NY 10019)


Siamo a Time Square, nel quartiere Hell's Kitchen, e ci troviamo in un locale che non conosce la parola “tregua”. Avete letto bene: nato da un vecchio garage, ci sono eventi di continuo, sette giorni su sette, un po’ come avviene al Barracuda (anche se qui l’aria è diversa: gente decisamente sfacciata, ai livelli di un set a tinte color carne). Il biliardo sembra essere l’attrattiva principale, ma non chiedeteci perché.

New York, locali gay a volontà


Vi segnaliamo anche Splash, The Monster, Therapy, Boxers NYC, Ty's, Gym, Heathers, The Ritz, Vlada, Stonewall, The Duplex, Eastern Bloc, Henrietta Hudson e Industry Bar, che però non ci hanno colpito moltissimo (almeno leggendo le opinioni di forum e siti inglesi); per tutte le informazioni sul loro conto, ovviamente, consultate la fonte.

Via | Gaycities

  • shares
  • Mail