Tensioni in Francia alla vigilia del voto definitivo sulle nozze gay

Clima rovente in Francia a poche ore dalla discussione definitiva sulle nozze gay. Il presidente dell’Assemblea nazionale si è visto recapitare una lettera minatoria contenente polvere da sparo.

Tensioni in vista dell'approvazione delle nozze gay in Francia

A poche ore dall’ultima discussione parlamentare sulle nozze gay in Francia, il clima si fa più rovente. Oggi Claude Bartolone, presidente dell’Assemblea nazionale, ha ricevuto una lettera piena di polvere da sparo con il monito di a “rinviare il voto definitivo della legge sul matrimonio per tutti”. Nella missiva si faceva riferimento anche a sofferenze fisiche per i membri del Governo nel caso in cui le nozze gay dovessero diventare realtà in Francia. La lettera era firmata da Interaction des forces de l’ordre e così si concludeva:

I nostri metodi sono più radicali e rapidi che le manifestazioni, avete voluto la guerra e l’avrete.

Dal punto di vista politico in senso stretto ci sono anche alcuni annunci elettorali, come ci informano i colleghi di Polisblog:

La rappresentante degli oppositori riuniti sotto l’insegna della “Manif pour Tous” annuncia che il suo movimento presenterà alcuni candidati alle prossime elezioni municipali, gettando le basi per un’ondata populista che sembra coinvolgere anche la Francia riunedo alcune aree dell’UMP a quelle del Front National di Marine Le Pen, come lascerebbe pensare la presenza del deputato Gilbert Collard al fianco di alcuni esponenti politici del partito dell’ex-presidente Sarkozy, durante la manifestazione di ieri.

Ricordiamo che il primo articolo della legge sul matrimonio per tutti così recita:

il matrimonio è contratto da due persone di sesso differente o dello stesso sesso.

Dopo l’approvazione dell’Assemblea Nazionale il testo è passato al Senato che l’ha approvato apportando alcune modifiche. L’Assemblea Nazionale dovrà quindi rivotare il testo emendato e poi il matrimonio ugualitario sarà realtà in Francia. La votazione è prevista per domani pomeriggio alle ore 17.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail