Darren Hayes (ex Savage Garden) si scaglia contro gli stereotipi gay

Darren Hayes Darren Hayes, ex cantante gay dichiarato dei Savage Garden e ora solista, ha accusato la stampa tradizionale di "semplificare" l'omosessualità. Ha detto al Gay Times:

"Sono convinto che la cultura popolare e televisiva sia spesso un danno per l'immagine che trasmette dei gay e della loro 'semplificazione' in termini. Tutti questi luoghi comuni sull'essere omosessuale credo siano davvero limitanti sopratutto quando nella realtà essi non sono altri che dei tratti, come gli occhi o il colore dei capelli sono puri e semplici tratti fisici. L'essere gay è in qualche modo una scelta indulgente? Questo mi fa infuriare! Graham Norton e George Michael sono stati arrestati nei parchi; a me una cosa del genere non è mai successa!"

Il cantante solista, che si è legato al compagno Richard Cullen nel 2006, ha scelto anche di continuare il suo discorso sugli stereotipi citando anche l'amato e pluripremiato telefilm 'Will&Grace':

"Penso che si rifaccia al più basso luogo comune denominatore che all'origine di tutto ci siano due tipi di uomini: la puttanella e l'uomo virile e maschile. Nessuna di queste cose ha a che fare con i peni, con i cazzi in bocca o altre cose che sono legate all'essere gay"

Non c'è che dire: Darren non si fa scrupoli nel dire quello che pensa anche se a mio parere esagera nel sottolineare le cose. Gli stereotipi, purtroppo è vero, spesso inseguono e accompagnano il mondo gay ma allo stesso tempo bisogna essere lucidi e razionali. Se la stampa può aver fomentato luoghi comuni, di certo prendersela con "Will&Grace" credo sia eccessivo, se l'umorismo 'ad impatto' è alla base stessa di molte sit-com. Un po' di autoironia, Darren, forza!

Fonte | PinkNews

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: