Michelle Bachelet promette le nozze gay se rieletta alla presidenza del Cile

In vista delle elezioni presidenziali che si terranno in Cile il prossimo novembre, Michelle Bachelet si ricandida e afferma che farà di tutto perché il matrimonio omosessuale diventi realtà nel paese.

Michelle Bachelet, candidata alle presidenziali del Cile

Nei mesi scorsi Michelle Bachelet ha annunciato di volersi candidare nuovamente alle prossime elezioni presidenziali del Cile, previste a novembre. La Bachelet, che è già stata presidente della Repubblica del Cile dal 2006 al 2010, ha promesso che se verrà eletta farà approvare le nozze gay.

Credo che si debbano compiere passi avanti e discutere su questo argomento: non c’è un solo tipo di famiglia. Non siamo per gli stereotipi, ma ci interessano i diversi tipi di famiglia, in cui c’è affetto e mutuo sostegno. Tutte queste famiglia devono essere prese in considerazione e tutelate.

Così ha affermato Michelle Bachelet e per prevenire eventuali critiche sul fatto che non ha fatto nulla per le nozze gay durante il suo precedente mandato, ha sottolineato come il livello di attenzione verso il matrimonio ugualitario sia cresciuto notevolmente dal 2010 (anno in cui ha lasciato la presidenza del Cile) a oggi.

L’annuncio ha provocato immediatamente delle reazioni da parte dei suoi avversari politici. Un gruppo di deputati dell’Unione Democratica Indipendente (che è il principale partito della coalizione di centrodestra a cui appartiene l’attuale presidente Sebastián Piñera), ha presentato un progetto di riforma costituzionale per stabilire che un minore “avrà per genitori un padre e una madre”. Per il Movimiento de Integración y Liberación Homosexual de Chile, tale proposta è ben lontana dal proteggere le famiglie, visto che vuole introdurre nella Costituzione l’odio nei confronti dei diversi tipi di amore, senza tenere affatto in conto il diritto dei minori di crescere in un ambiente sicuro e colmo di affetto.

Via | Dos Manzanas

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail