"Trick": una dolce e irreale (?) favola d'amore

Trick_themovie In questi giorni di afa e calura, a volte non c'è niente di meglio che stare a casa a vedere un film, aria condizionata accesa e isolati dal caldo esterno. Mi è capitato, in una di queste sere, di rivedere un film che ho amato particolarmente: "Trick". E' uno di quei film forse poco pubblicizzati ma che molti hanno visto. Mi è capitato di parlarne con amici e alcuni di loro hanno annuito: "Sì, lo conosco, l'ho visto! Molto carino come film!".

Il film è del 1999, di dieci anni fa (!), e narra la storia di Gabriel, un timido e impacciato ragazzo gay, compositore e amico dell'eclettica e un po' stupida Katherine (interpretata da Tori Spelling). La sua vita scorre tranquilla e monotona, in casa con il coinquilino etero Rich. Il film racconta dell'incontro tra Gabriel e Mark, un go-go boy che ha visto in un locale gay (e reincontrato in metropolitana). I due si conoscono e Gabriel, romantico e comunque sognatore, cerca disperatamente di fare colpo sull'aitante ballerino e di avere un po' di intimità con lui, incappando in una serie di disavventure e imprevisti divertenti quanto grotteschi. Il tutto, accompagnato dalla canzone "Trick of fate", colonna sonora del film (uguale al titolo originale della pellicola) davvero struggente.

Mi è capitato di vederlo anni fa, in un periodo molto lungo in cui mi sentivo spesso isolato e con poco in comune col settore gay. Anche io sognavo una storia del genere e vedere una trama romantica con un finale in parte speranzoso mi aveva scaldato il cuore. Voi lo conoscete? Lo avete visto e vi è piaciuto o lo avete trovato irreale e troppo stucchevole? Dopo il salto, la canzone del film con alcune scene. Gustatevelo!

Foto | EW.com

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: