La maggioranza degli abitanti della Repubblica Dominicana approva le unioni gay

Un sondaggio realizzato nella Repubblica Dominicana mostra come le unioni gay siano ben viste, ma non il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Inoltre per la quasi totalità dei dominicani le coppie gay non devono poter adottare.

La maggioranza degli abitanti della Repubblica Dominicana approva le unioni gay

Il 55 per cento degli abitanti della Repubblica Dominicana è favorevole alle unioni tra persone dello stesso sesso, sebbene sono il 21,4 per cento accetterebbe le nozze gay. Secondo il 50,1 per cento della popolazione dominicana, infatti, il matrimonio dev’essere solo quello tra uomo e donna. A rivelarlo è un sondaggio – Pulso Dominicano – realizzato da Newlink per il programma radiofonico Cuentas Claras. Il sondaggio ha coinvolto ventitremila persone, sia uomini che donne, di età compresa tra i 18 e i 65 anni e ha un margine di errore del 3 per cento (secondo il Calendario Atlante De Agostini 2013, la Repubblica Dominicana ha oltre dieci milioni di abitanti e la speranza di vita è di settant’anni per gli uomini e settantacinque per le donne).

Tra i motivi addotti per dire no alle nozze gay troviamo credenze religiose e la preoccupazione per possibili conseguenze negative per tutta la società.

Se la maggioranza è favorevole alle unioni tra persone dello stesso sesso (ma, sottolineiamo ancora, non al matrimonio) sono moltissimi coloro che sono contrari alle adozioni da parte delle coppie gay o al fatto che queste coppie possano in qualche modo crescere dei minori: a dire no è l’80 per cento degli interpellati.

Infine, il 53,9 per cento è fermamente convinto che debbano prendersi misure legali per proteggere le persone lgbti dal maltrattamento e dalla discriminazione.

Secondo l’antropologa Thaira Vargas l’omosessualità è stata sempre considerata un tabù nella società dominicana e, commentando i dati del sondaggio, ha affermato:

Gli omosessuali hanno diritto a non essere discriminati, ma bisogna prendere coscienza dell’aiuto che lo stato deve prestare loro.

Via | Prensa Latina
Foto | MPD01605 via photopin cc

  • shares
  • Mail