Nike desiderosa di sostenere un atleta apertamente gay

La Nike ha intenzione di sostenere e investire sul prima atleta dichiaratamente gay

nike-gay

Sport e omofobia? La Nike avrebbe intenzione di opporsi a questo binomio, sostenendo apertamente il primo giocatore professionista dichiaratamente gay. Il capo della società sportiva, secondo Rick Welts, dirigente sportivo americano, avrebbe assicurato il proprio supporto, ecco le parole precise a lui riportate ben due anni fa, nel 2011:

"Mi hanno assicurato apertamente che la Nike avrebbe abbracciato e sostenuto (il coming out, ndr)"

E ha inoltre aggiunto e assicurato:

"Il giocatore che lo fa, sarà stupito per le ulteriori opportunità che verranno messe sul tavolo, non quelle che verranno tolte"

La scelta di dichiararsi gay è sicuramente un passaggio non facile, anche adesso nel 2013

"Di ricompensa c'è un rischio maggiore in questo momento, per l'individuo che decide di diventare il primo atleta professionale apertamente gay negli Stati Uniti. La prima volta che si fa qualcosa si ottiene una maggior parte del beneficio"

Un modo ottimo per sottolineare come il dichiararsi omosessuale non debba obbligatoriamente essere visto come un rischio ma anche come qualcosa sulla quale puntare (e investire economicamente)

  • shares
  • Mail