Per Obama alcuni insegnamenti del cristianesimo feriscono la comunità gay

Per Obama alcuni insegnamenti del cristianesimo feriscono la comunità gayLa settimana prossima il presidente Barack Obama verrà in Italia per il G8 e avrà la possibilità di incontrare il papa. In preparazione di questo viaggio si è tenuta alla Casa Bianca un incontro con alcuni giornalisti. Tra i giornali italiani c'era solo Avvenire. Tra le varie domande, la giornalista Elena Molinari ha chiesto ad Obama come facesse a conciliare la sua fede con le promesse fatte ai gay. Ecco la risposta del presidente USA:


Come concilia la sua fede con le promesse fatte durante la campagna elettorale agli omosessuali?
Quanto alla comunità gay e lesbica di questo Paese, penso che venga ferita da alcuni insegnamenti della Chiesa cattolica e dalla dottrina cristiana in generale. Come cristiano, combatto continuamente fra la mia fede e i miei doveri e le mie preoccupazioni nei confronti di gay e lesbiche. E spesso scopro che c’è molto ardore su entrambi i fronti del dibattito, anche fra chi considero essere ottime persone. D’altra parte, rimango fermo a quanto ho espresso al Cairo: ogni posizione che liquidi in modo automatico le convinzioni religiose e il credo altrui come intolleranti non capisce il potere della fede e il bene che compie nel mondo. In ogni caso, come persone di fede dobbiamo esaminare le nostre convinzioni e chiederci se a volte non stiamo causando sofferenza agli altri. Penso che tutti noi, di qualsiasi fede, dovremmo riconoscere che ci sono state volte in cui la religione non è stata messa al servizio del bene. E sta a noi, penso, compiere una profonda riflessione ed essere disposti a chiederci se stiamo agendo in modo coerente non solo con gli insegnamenti della Chiesa, ma anche con quanto Gesù Cristo, Nostro Signore, ci ha chiamati a fare: trattare gli altri come noi vorremmo essere trattati.

Stimo sempre di più Obama. A voi i commenti.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: