Usa: stop al giornale gay New York Blade

Qui in Italia non ci dovremmo sorprendere, dopo la fine che ha fatto Babilonia e viste le difficoltà di altre testate lgbt come Pride o Aut; ma speravamo che almeno negli Stati Uniti l'editoria gay potesse sopravvivere. Invece anche da New York arrivano cattive notizie.

Ha appena sospeso le pubblicazioni a tempo indeterminato il New York Blade, uno dei più importanti giornali gay in distribuzione gratuita nella città. La rivista bisettimanale ha raccontato negli anni la realtà della comunità lgbt di New York e proprio adesso stava affrontando temi di grande attualità e interesse.

I 40 anni dalla rivoltà di Stonewall, la discussione sui matrimoni gay nello stato di New York e le critiche all'amministrazione Obama sui diritti gay. Eppure la crisi economica, che si manifesta in modo drammatico nell'editoria, colpisce anche il mondo gay. Meno voci libere, però, significano una società meno informata e meno scambio di idee. Vogliamo questo?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: