Nozze gay, per il cardinal Scola lo Stato deve ascoltare prima quello che vuole la società

Il cardinal Scola parla dei matrimoni gay dopo la notizia dell'approvazione da parte del Senato francese.

Cardinale-Scola

Il vescovo di Milano Angelo Scola è entrato nell'argomento del matrimonio gay a poche ore dalla notizia dell'approvazione, da parte del Senato francese, delle nozze gay. Noi di Queerblog vi abbiamo immediatamente informato di questa decisione positiva del mondo Lgbt.

Ecco il commento del Cardinal Scola a Radio Vaticana che sottolinea come sia importante che lo Stato ascolti, per primo, il voler delle società prima di prendere decisioni storiche:

Nella società civile italiana vediamo come su questi temi ci siano soggetti personali e sociali che hanno un pensiero diverso e che si confrontano. Pensiamo a quello che è successo in Francia in questi ultimi mesi, ad esempio sulla questione dei matrimoni gay. Allora lo Stato prima di legiferare deve ascoltare la società civile e, per ascoltarla, deve favorire in tutti i modi la libertà di un confronto reciproco tra le varie visioni che sia teso ad un riconoscimento per trovare la strada giusta.

Una volta che sarà avvenuto tale confronto

sarà compito dello Stato, nel rispetto dei diritti fondamentali di tutti, legiferare secondo ciò che la maggioranza dei cittadini decide, lasciando poi a tutti ovviamente la libertà dell'obiezione di coscienza, qualora una legge vada contro la propria coscienza.

Via | TMNews

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: