Fiorista americana rifiuta clienti a causa di un matrimonio gay: denunciata

Una donna particolarmente religiosa si è rifiutata di servire un cliente per le sue nozze gay...

barronelle-fiorista

Da Washington arriva una storia tristemente curiosa. Una donna, di professione fiorista, si è rifiutata di vendere i fiori per la cerimonia di nozze di una coppia di omosessuali. Lei è la signora Barronelle Stutzman e ha voluto raccontare nuovamente lei l'accaduto:

Ho preso loro le mani e ho detto: “Mi dispiace non posso fare il vostro matrimonio a causa del mio rapporto con Gesù Cristo”

La notizia ha diviso l'opinione pubblica e la stessa donna, orgogliosa, ha raccontato il tutto via Facebook:

Ho avuto messaggi d'odio. Ho sentito persone che vogliono bruciare il mio palazzo, ho letto di gente che dice che non passerà mai più qui e che lo dirà a tutti i loro amici. Ed ho avuto altri che mi hanno detto grazie per aver difeso le mie convinzioni e che faranno acquisti qui e mi sosterranno in ogni modo possibile.

Ma il clamore della vicenda ha provocato anche un'altra conseguenza forse non calcolata. La donna, infatti, è stata denunciata dallo stato di Washington, attraverso l'avvocato Bob Ferguson, per discriminazione nei confronti dei clienti. Inutile è stato chiederle di ritornare sui propri passi. E così, ecco la decisione di agire per vie legali.

Ai sensi della legge sulla tutela dei consumatori, è contro la legge discriminare i clienti sulla base dell'orientamento sessuale. Se una azienda fornisce un prodotto o un servizio per coppie di sesso opposto per i loro matrimoni, allora deve fornirlo anche a coppie dello stesso sesso, lo stesso prodotto e/o servizio.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: